in

Fiat Chrysler e GM avvertono i lavoratori dell’industria auto che il futuro è difficile

Fiat Chrysler e General Motors negli ultimi tempi hanno rilasciato dichiarazioni molto simili in cui avvertono i lavoratori dell’industria automobilistica che il futuro del settore sarà molto difficile

Fiat Chrysler USA Sede Insegna
Fiat Chrysler USA

Fiat Chrysler e General Motors negli ultimi tempi hanno rilasciato dichiarazioni molto simili in cui avvertono i lavoratori dell’industria automobilistica che il futuro del settore sarà molto difficile. Il capo della General Motors, Mary Barra, ha avvertito il sindacato United Auto Workers che l’industria si trova di fronte a una strada difficile. Barra ha aperto i colloqui con i lavoratori durante la cerimonia tradizionale della stretta di mano, sottolineando che l’azienda deve essere pronta a cambiare per posizionarsi meglio per il futuro.

“In un settore in trasformazione, se vogliamo che la nostra azienda cresca e crei posti di lavoro, non possiamo continuare a fare le cose allo stesso modo”, ha affermato. GM ha attirato l’ira della UAW e del presidente Donald Trump per i suoi piani di fermare la produzione in quattro stabilimenti statunitensi, tra cui uno importante a Lordstown in Ohio, uno Stato che potrebbe essere la chiave per la rielezione di Trump nel 2020.

GM sta tentando di vendere quell’impianto ad una società startup che propone di costruire camion elettrici. “Ho reso chiaro pubblicamente e in molte conversazioni con i funzionari eletti, tra cui il presidente Trump, che ci siamo impegnati a investire e creare posti di lavoro negli Stati Uniti”, ha detto Barra. Ma ha ammonito che, oltre alle sfide legate al cambiamento della tecnologia, “continuiamo a operare in un ambiente commerciale molto incerto per un’industria a lungo termine”.

Lunedì, il presidente della UAW Gary Jones ha aperto i negoziati con Ford e Fiat Chrysler Automobiles (FCA). Mark Stewart, Chief Operating Officer di FCA in Nord America, ha avuto un messaggio simile per i lavoratori sulla necessità per l’industria di prepararsi per un futuro che sarà dominato da veicoli elettrici e a guida autonoma. “La nostra flessibilità operativa, la flessibilità della nostra struttura dei costi che abbiamo creato insieme, sono necessari per continuare a finanziare questi investimenti con l’elettrificazione che rappresenta il futuro di tutta la nostra azienda”, ha detto Stewart ai leader sindacali. Jones ha ripetuto il messaggio che ha consegnato a Ford, dicendo che il sindacato si aspetta di ottenere guadagni economici e condividere profitti nei contratti che firmerà il prossimo autunno. “Quando avevi bisogno di noi, eravamo lì e non ci aspettiamo niente in cambio”, ha osservato.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento