in

Fiat 500 elettrica: il primo robot nello stabilimento di Mirafiori

Per la produzione della Fiat 500 elettrica nello storico stabilimento sarà installato un robot

Fiat 500

Giovedì 11 luglio lo stabilimento Mirafiori di Torino installerà il primo robot dedicato alla nuova linea produttiva della Fiat 500 elettrica. Alla cerimonia – organizzata in occasione dell’ottantesima compleanno dello stabilimento, inaugurato nel 1939 – parteciperanno il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e la sindaca Chiara Appendino. A darne per primo l’annuncio Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di Fiat Chrysler, nell’incontro presso Palazzo di Città con Cirio e Appendino.

Un evento dal notevole significato, perché riguarda la prima auto 100% elettrica costruita dal gruppo italo-americano in Italia. La messa in commercio è prevista nel 2020 e potrebbe esordire al Salone dell’Auto di Ginevra, la tradizionale kermessa elvetica in programma tra il 5 e il 15 marzo. Alle Carrozzerie di Mirafiori, dove oggi si realizza il suv Maserati Levante, lavorano circa 3.500 persone. Dopo la Fiat 500 elettrica anche altri modelli del Lingotto dovrebbero essere prodotti nella fabbrica torinese.

Fiat 500: gli auguri dei dipendenti

I dipendenti FCA di Mirafiori hanno fatto per primi gli auguri negli scorsi giorni all’iconico modello, schierando le loro auto sulla celebre pista che corre sul tetto del Lingotto, a Torino, formando la scritta Happy Birthday 500. ‘‘Buon anniversario alla vettura più amata in Europa e in Italia’‘, ha dichiarato Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth brand nel corso di un evento che si è svolto a Roma. ‘Con 6 milioni di unità vendute nella storia e oltre 2 milioni con il modello rinnovato nel 2007 – ha aggiunto – la Fiat 500 è leader europeo nel segmento delle city car ed è da 2 anni la vettura FCA più venduta. Tutto questo dimostra chiaramente quanto sia forte l’affetto della gente per la nostra 500”.

Osannata nel mondo

La 500 è un virtuoso esempio del Made in Italy nel mondo e lo scorso anno ha registrato il miglior progressivo di sempre, con quasi 194mila esemplari immatricolati in Europa, comprendendo anche la versione Abarth. L’ennesimo record messo a segno dalla vettura più venduta del proprio segmento, dove segna anche la sua seconda migliore quota di sempre con circa il 15 per cento.

“Questo record di vendita è la testimonianza di quanto la 500, sia una vera icona senza tempo nell’automotive e non solo per il marchio Fiat – ha dichiarato ancora Luca Napolitano – Sono molto orgoglioso di questo risultato che vede la 500 leader di vendita in 11 Paesi europei e sul podio in altri quattro. In questi 11 anni di vita, la 500 non è mai passata di moda e si è affermata ovunque come simbolo del Made in Italy che, senza mai perdere la propria identità, ha saputo reinterpretarsi legandosi a brand iconici – dalla moda alla nautica di lusso, dalla tecnologia all’heritage – realizzando così oltre 30 serie speciali con le quali esplorare territori inusuali per una city-car”.

“Oggi – ha concluso – è la vettura Fiat più globale con oltre 100 Paesi nel mondo in cui è commercializzata e l‘80% dei volumi realizzati fuori dall’Italia. Complessivamente, dal 2007 a oggi, sono oltre 2 milioni e 110 mila le Fiat 500 prodotte che diventano oltre sei milioni se sommate a quelle dell’antesignana, realizzata dal 1957 al 1977, tanto da essere uno dei modelli Fiat più venduti di tutti i tempi”.