in

Fiat Coupé friggitrice: l’ultima folle creazione

La Fiat Coupé di Benedetto Bufalino può preparare le patatine fritte

Fiat Coupé

Scuotere le coscienze: ogni opera artistica se lo prefigge e, certamente, Benedetto Bufalino, 37 anni, è compiaciuto, anche se rischia problemi con la legge. Il giovane artista francese, originario di leone, ha creato una Fiat Coupé, davvero sui generis che potrebbe compromettere ulteriormente i già difficili rapporti diplomatici Italia-Francia. Le patatine fritte che sta preparando hanno già acceso varie polemiche e rischiano seriamente di costare pesanti provvedimenti. Questo perché nello scorso fine settimana svolto a Pas De Calais (Lens) ha lanciato l’iconico modello degli anni Novanta in versione quantomeno pittoresca: un veicolo trasformato in friggitoria che lascia addirittura gridare all’oltraggio.

Fiat Coupé: l’ultima follia di Bufalino

A disegnare la versione originale fu Chris Bangle, futuro capo designer Bmw. L’eccentrico Bufalino ha deciso di trasformare la Fiat Coupé – già inserita nell’elenco dei modelli aventi carattere storico – in un banco mobile di friggitoria, tagliandola letteralmente in due. Nella zona antistante ha inserito un doppio banco da lavoro in acciaio inox e le vasche per friggere le patatine. In alto, invece, ha conservato inalterato il look della coupé coi caratteristici fari carenati e, anziché le comuni cappe aspiratrici o tendine a righe, inserito una copertura.

Questa è solo l’ultima provocazione di Bufalino, infatti tempo fa adattò una Peugeot 206 in tavolo da ping-pong, una Ford Mondeo in un forno da pizza e pure una Renault 21 in una lunghissima panchina urbana. A dispetto delle eventuali grane con le autorità italiane la Fiat Coupé Friterie rimarrà esposta dal 5 al 7 luglio al Festival Pile Au Rdv 2019 a Roubix e il week end successivo dall’11 al 13 luglio all’evento Liberté! di Bordeaux.“L’auto è letteralmente tagliata orizzontalmente a metà per diventare una struttura da street food, dice l’artista. Che invita il pubblico alla contemplazione della macchina da corsa, ma anche a una degustazione amichevole per strada. (continua dopo la foto)

Fiat Coupé

Lusso deludente

Per cucinare le patatine, ha chiamato uno specialista locale, “Benoît, che gestisce un locale a Loos-en-Gohelle”. “Ci sono quattro friggitrici e una doppia cottura”, aggiunge Benedetto Bufalino. “Quello che mi interessa è desacralizzare il lusso, ad esempio trasformando una limousine in una panchina pubblica, una Ford in un forno per la pizza o una Seat Ibiza in una Jacuzzi. L’importante è che siano accessibili a tutti. In 14 anni ho distrutto un sacco di macchine e, di conseguenza, ho lasciato la mia impronta”, scherza Benedetto Bufalino che elogia la lentezza e lavora senza un luogo fisso.

La scelta dell’auto non è stata così semplice come il gioco di parole sul termine “Coupé” (participio passato del verbo couper, cioè tagliare ndr). “Mi sarebbe piaciuto lavorare su una Porsche o una Ferrari, ma è stato un po’ costoso – ammette -. Così, ho ricordato questa Fiat Coupé che era stata immaginata da un designer della Ferrari. Un’altra delle sue strutture anticonvenzionali, l’autobus-piscina, ha suscitato curiosità presso il Parc des Iles (Drocourt).