in

Mercato auto: risultato negativo anche a giugno

Il primo semestre del 2019 si chiude negativamente per il settore auto

Mercato auto giugno

Il Ministro dei Trasporti ha comunicato i dati di vendita per quanto riguarda il mercato auto di giugno 2019. Purtroppo, i numeri rilasciati non sono così positivi. Dopo il calo ottenuto a maggio (1,2%), a giugno sono state immatricolate in Italia 171.626 vetture, ovvero il 2,08% in meno rispetto allo stesso mese del 2018.

Il risultato negativo ottenuto a giugno conclude il primo semestre del 2019 con un dato altrettanto negativo: 1.082.197 auto consegnate (-3,52% in meno del primo semestre del 2018). In seguito all’introduzione del bonus/malus, le vendite delle auto fino a 20 g/km sono aumentate del 205,9% mentre quelle da 21 a 70 g/km sono calate del 46,1%.

Mercato auto giugno
Il mercato auto subisce un altro mese negativo nel 2019

Mercato auto: giugno 2019 si chiude con un -2,08% di vendite in meno

Il diesel continua a calare con -22,6% (o 31,5% se si eliminano le vetture a noleggio). Le immatricolazioni delle auto a benzina, invece, sono aumentate del 27,1% a giugno 2019 e del 24,5% nell’intero semestre (19,3% e 19,7% senza considerare i veicoli a noleggio). Un risultato positivo è stato raggiunto dalle ibride con un +18,3% a giugno e 30,2% nel primo semestre di quest’anno.

Da questi dati si evince chiaramente che gli automobilisti italiani si stanno sempre più abituando alla mobilità elettrica. Infatti, a giugno 2019, le vendite delle vetture green a 0 emissioni sono aumentate del 225% e ora rappresentano lo 0,8% di quota del mercato auto. Rispetto a un anno fa, però, si è registrata una diminuzione del 10,44% dell’usato.

Per quanto concerne le auto più vendute, la Fiat Panda si conferma l’auto più amata dagli italiani con 11.357 esemplari immatricolati in tutto il mese scorso mentre poco sotto ci sono il Jeep Renegade (5140) e la Renault Clio (4821).

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento