in

Binotto vede la Ferrari sulla buona strada, nonostante le 8 vittorie su 8 di Mercedes

Il direttore della Ferrari, Mattia Binotto, rimane positivo, anche se nell’ottava gara della stagione è arrivata l’ottava vittoria della Mercedes

Mattia Binotto - Ferrari
Mattia Binotto - Ferrari

La Ferrari ha dominato la preseason e sembrava la squadra da battere nel 2019, ma dopo il primo terzo dell’anno non hanno vinto nessuna gara. Hamilton ha aggiunto il suo sesto trionfo in otto grandi premi, raggiungendo accanto a Bottas, la sesta doppietta dei tedeschi e la Ferrari ha dovuto accontentarsi del terzo e del quarto posto. Nonostante ciò, Binotto rimane positivo. “Oltre alle qualifiche, sapevamo che la Francia era una pista difficile per noi, ma penso che abbiamo fatto meglio rispetto alla gara in Spagna e, quindi, significa che stiamo sviluppando l’auto nella giusta direzione. Si tratta del primo passo”, ha spiegato.

Nonostante l’ennesima sconfitta il team principal di Ferrari rimane positivo

Alla domanda su come può battere la Mercedes, che è sulla strada per il suo sesto campionato costruttori consecutivo, Binotto ha ricordato che in Bahrain la Ferrari avrebbero vinto con Leclerc se la sua vettura non avesse avuto problemi e in Canada Ferrari avrebbe vinto di nuovo senza una penalità a Vettel: “Penso che se guardiamo all’inizio della stagione, abbiamo già avuto almeno un paio di gare dove avremmo potuto vincere “.

“Ci saranno altre opportunità e penso che stiamo migliorando la nostra vettura, la nostra speranza è di riuscire a batterli su tutte le piste prima o poi”. Binotto ha anche risposto ad Hamilton, che sabato aveva detto che la Ferrari si concentrava troppo sulle proteste contro il risultato di Montreal, invece di affrontare nel migliore dei modi il GP di Francia. Il team principal del cavallino rampante ha negato categoricamente: “No, assolutamente, ci sono tecnici che hanno solo le loro menti in pista, che pensano a sviluppare l’auto, a prepararsi per il pitstop o qualsiasi altra cosa”.

“Per il resto coinvolgiamo altre persone e penso che sia anche nostro dovere farlo, quindi non è questione di concentrazione, al contrario, penso che la concentrazione sia mirata a cercare di ottenere tutto ciò che possiamo fare”. Il prossimo appuntamento arriva tra meno di una settimana, e Binotto dice di avere già la testa in Austria, dove la sua scuderia cercherà di ottenere la loro prima vittoria in 12 gare.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento