in

Ferrari cambia idea e non presenta più appello contro la penalizzazione di Vettel

Il team principal di Ferrari, Mattia Binotto avrebbe informato la FIA di non voler più presentare ricorso contro la penalità di cinque secondi inflitta a Vettel

Vettel Giancarlo Minardi

Secondo indiscrezioni provenienti da fonti britanniche e tedesche, il team principal di Ferrari, Mattia Binotto avrebbe informato la FIA di non voler più presentare ricorso contro la penalità di cinque secondi inflitta a Vettel nel Gran Premio del Canada che si è corso domenica scorsa sul circuito “Gilles Villeneuve” di Montreal. Secondo il Daily Mail e anche secondo la testata tedesca Motorsport Magazin la Ferrari ha deciso di non presentare appello. I termini di presentazione del ricorso scadevano tra l’altro proprio oggi.

Mattia Binotto avrebbe deciso di non presentare più ricorso vista l’inutilità dello stesso

Secondo quanto fatto trapelare dalla Fia, un eventuale ricorso di Ferrari contro la penalizzazione inflitta a Sebastian Vettel sarebbe stata una perdita di tempo visti i precedenti ricorsi per casi simili che si erano tutti conclusi con il rigetto della richiesta del ricorrente. Diventa assai difficile ribaltare la decisione presa dai Commissari di gara durante un Gran Premio. Dunque Vettel si dovrà accontentare del secondo posto a cui è stato costretto per via dei 5 secondi di penalità che lo hanno costretto nel secondo gradino più alto del podio dietro al pilota britannico Lewis Hamilton che così ha potuto conquistare il suo quinto Gran Premio stagionale su 8 gare fin qui disputare.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento