in

Formula 1, Giancarlo Minardi: “Il ritiro di Vettel? Plausibile”

Giancarlo Minardi commenta il momento di Ferrari e Alfa Romeo

Vettel Giancarlo Minardi

È tutto pronto in Formula 1: questo week-end scatterà il Gran Premio del Canada a Montreal. Per quanto visto finora, le Mercedes stanno letteralmente annichilendo le avversarie, nonostante i primi test stagionali lasciassero sperare in una Ferrari competitiva. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno dominano in lungo e in largo, fino a Montecarlo, quando la Red Bull di Max Verstappen ha seriamente impensierito le frecce d’argento. Sul circuito “Gilles Villeneuve” il Cavallino non può quindi essere più timido: deve tornare rampante e tenere vivo un Mondiale cominciato col piede sbagliato. In un’intervista a ilsussidiario.net Giancarlo Minardi commenta il momento della Rossa e anche quello dell’Alfa Romeo, l’altra cocente delusione.  

Giancarlo Minardi: “Hamilton può chiudere i conti”

Secondo l’imprenditore italiano questa alle porte “potrebbe essere una gara tirata, combattuta con le varie macchine che lotteranno fino alla fine per il successo e per le prime posizioni”. Sofferta la concorrenza interna all’avvio, Hamilton ha poi macinato vittorie su vittorie, in vetta con 17 punti di vantaggio. Se tagliasse ancora per primo il traguardo si parlerebbe già di Mondiale ipotecato. “Da come stanno andando le cose direi di sì – ammette Minardi -. Poi al di là del risultato di Montreal Hamilton sembra proprio destinato a vincere il titolo…”.

Bottas? Bene, sta facendo bene. È cresciuto molto e in questa stagione lo sta dimostrando. Il problema magari è che si trova di fronte un pilota come Hamilton di grande livello tecnico, un fuoriclasse della Formula 1, con i suoi cinque titoli mondiali”. Dopo il calvario degli ultimi mesi, la Ferrari cercherà una fondamentale riscossa. Il tracciato aiuterà, confida Giancarlo Minardi: “Lo speriamo tutti, magari il tracciato, le caratteristiche tecniche di questo circuito potrebbero aiutarla, vedremo poi cosa succederà…”.

Ferrari

Il ritiro di Sebastian Vettel: “Ipotesi plausibile”

Ultimamente circolano rumors sul ritiro di Sebastian Vettel a fine stagione: “Magari potrebbe essere stanco del fatto che con la Ferrari non riesce mai a vincere il titolo. Potrebbe essere anche un’ipotesi plausibile, credo però che sia troppo presto, manca ancora molto alla fine della stagione per parlare del suo ritiro dalla Formula 1”.

Le recenti performance di Verstappen invitano alla massima attenzione. “Il motore della Red Bull come il telaio stanno migliorando – commenta il fondatore dell’ominimo team -. La Red Bull sta crescendo e lo stesso Verstappen potrebbe con la macchina austriaca diventare un pericolo per la Ferrari nel corso della stagione”.

Alfa Romeo in affanno

Ovviamente partita con altri propositi, la “strana coppia” formata da Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi non sta, invece, brillando in Alfa Romeo, apparsa in calo e difficilmente vedrà presto la luce in fondo al tunnel: “Sinceramente ci credo poco. Montreal è un circuito molto impegnativo, molto veloce, in cui hanno importanza molto i freni, i cambi di direzione. Uno dei circuiti più belli del Mondiale”.

Una pista dedicata a Gilles Villeneueve.“Giusto dedicargli questo circuito a Montreal, in Canada – chiude Giancarlo Minardi -. In effetti Gilles era un pilota che non ha vinto niente ma è stato spettacolare, ci ha fatto divertire, entusiasmare. Ricordarlo ancora adesso mi sembra una cosa più che dovuta!”.