in

Ferrari non può trattare Binotto come un allenatore di calcio, secondo Brundle

L’ex pilota di Formula 1 e attuale esperto di Sky Sports F1 in UK, Martin Brundle difende il team principal di Ferrari

Mattia Binotto - Ferrari

L’ex pilota di Formula 1 e attuale esperto di Sky Sports F1 in UK, Martin Brundle, ha invitato la Ferrari a sostenere il suo team principal Mattia Binotto, dicendo che non dovrebbero “trattarlo alla stregua di un allenatore di calcio”. Binotto sostituì Maurizio Arrivabene all’inizio di questa stagione come capo squadra, essendo stato in precedenza il direttore tecnico della scuderia. Tuttavia, le prestazioni non sono state buone come previsto in questa stagione, con la rivale Mercedes che ha ha ottenuto 5 doppiette nelle prime cinque gare, cosa che non è mai accaduta nella storia della Formula 1.

Nella sua ultima rubrica, Brundle difende Binotto, dicendo che la Ferrari dovrebbe sostenerlo nei momenti difficili. “I piloti della Ferrari stanno facendo troppi errori e le strategie di gara della squadra mancano di chiarezza e convinzione”, ha scritto Brundle nella sua rubrica su Sky Sports. “Stanno permettendo ad un Max Verstappen estremamente performante in una Red Bull temporaneamente poco efficace di offuscarli. Tuttavia, la squadra deve sostenere in modo inequivocabile e apertamente il suo leader Mattia Binotto e costruire ulteriore supporto intorno a lui. Non fare gli stessi errori che commettono molte squadre di calcio”.

“Sembra un uomo onesto, un tecnico con una conoscenza assoluta di tutte le cose di Ferrari e della F1 e un manager accessibile e inclusivo in un momento in cui la squadra ha bisogno di stabilità. “Ho chiesto a Binotto in Bahrain se sentisse di poter davvero gestire un ruolo che in larga misura Mercedes condivide tra i notevoli talenti di Toto Wolff, James Allison e Andy Cowell. Binotto ha risposto che aveva le persone giuste intorno a sé per poter portare a compimento il suo ruolo. “