in

Fiat: dal 2014 ad oggi in Brasile le vendite sono calate drasticamente

Tra il 2014 e il 2018 la casa automobilistica italiana ha ridotto il numero di vendite di 321.752 unità (63,7%)

Fiat

Il mercato auto brasiliano nell’ultimo decennio ha subito un calo. A parte alcune rare eccezioni come ad esempio Jeep le cui vendite sono aumentate del 155%, le altre case automobilistiche hanno dovuto fare i conti con pesanti cali. Fiat è stata la marca che ha avuto i risultati peggiori. Tra il 2014 e il 2018 la casa automobilistica italiana ha ridotto il numero di vendite di 321.752 unità (63,7%). Solo nel 2015, la commercializzazione dei nuovi modelli di Fiat è scesa a 188.998 unità.

Rispetto a 5 anni fa le cose sembrano essere cambiate moltissimo. Basti pensare che dei quattro modelli più venduti nel paese nel 2014, due erano di Fiat. La somma delle unità di Palio e Uno registrate aveva raggiunto in quell’anno le 305.977 unità. Da allora, le prestazioni commerciali del marchio sono diminuite così tanto che la Fiat più venduta nel 2018 si è piazzata solo ottava nella classifica generale.

In generale, le case automobilistiche tradizionali nel mercato brasiliano hanno subito pesanti perdite negli ultimi cinque anni. Tuttavia, non si sono nemmeno avvicinati a ridurre le vendite come ha fatto Fiat. Le cose vanno meglio se si considerano anche i veicoli commerciali leggeri. Li infatti il marchio italiano grazie a Strada e al recente Toro ha tenuto testa al mercato anche negli ultimi anni. Si spera ovviamente che i nuovi modelli tra cui Argo e Cronos possano aiutare le vendite del marchio di Torino a ritornare quelle di un tempo.