in

Vettel: “Possiamo essere molto contenti del nostro motore”

Il pilota tedesco di Ferrari ritiene che i problemi della sua scuderia non siano da imputare al motore

Sebastian Vettel

Sebastian Vettel ha lanciato una difesa della sua vettura Ferrari dopo il Gran Premio di Cina che lo ha visto finire terzo, ma ben al di fuori del ritmo delle Mercedes giunte in prima e seconda posizione. Il tedesco ha beneficiato degli ordini di squadra con la sua scuderia che ha ordinato a Charles Leclerc di lasciarlo passare, nonostante Leclerc sembrasse avere abbastanza ritmo. Il tedesco non è riuscito a raggiungere la Mercedes e il suo compagno di squadra è scivolato di nuovo in quinta posizione dopo che un errore tattico ha permesso a Max Verstappen di conquistare il quarto posto.

La Ferrari sembrava essere una delle favorite per iniziare la stagione in cima alla classifica dopo i test pre-stagionali, tuttavia le cose non sono andate così e la Mercedes si è assicurata la prima e la seconda posizione in tutte e tre le gare finora disputate in questa stagione. Si pensa che la Ferrari abbia il motore più potente sulla griglia, ma non sia ancora stata in grado di utilizzarlo.

Il quattro volte campione del mondo, Vettel, ha negato che l’auto stia penalizzando la squadra dicendo a Auto Bild: “Devo rispondere a questa domanda con un no. Abbiamo una macchina forte, ma dobbiamo risolvere alcune problematiche. Possiamo essere molto contenti del nostro motore, si tratta solo di migliorare le prestazioni dell’intero pacchetto.”