in

Fiat Chrysler, Daimler e Jaguar Land Rover rischiano pesanti multe

Moody’s cita Fiat Chrysler, Daimler e Jaguar Land Rover come le società “che sono più lontane dal raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni previsti per il 2020

Le case automobilistiche stanno andando “a tutta velocità” per produrre auto elettriche e rispettare le normative sulle emissioni e sull’efficienza dei consumi di Europa, Cina e Stati Uniti. Ma nonostante ciò molte di esse “potrebbero ancora affrontare pesanti multe, che sarebbe negative per gli effetti del credito”, ha detto giovedì l’agenzia di rating Moody’s. L’agenzia ha stimato che le ammende potrebbero variare tra 2 e 11 miliardi di euro per i produttori che non riescono a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni e dei consumi. Stati Uniti, Europa e Cina offrono incentivi per l’elettrificazione dei veicoli e questi tre mercati rappresentano circa tre quarti delle vendite di veicoli leggeri, ha spiegato Moody’s. Moody’s cita Fiat Chrysler, Daimler e Jaguar Land Rover come le società “che sono più lontane dal raggiungere gli obiettivi previsti per il 2020”.

Tuttavia, i crediti per i veicoli di energia alternativa e la flessibilità dei prestiti bancari e commerciali limitano i potenziali costi di conformità, ha affermato. Fiat Chrysler, Daimler e Jaguar Land Rover sono quelle con “più strada da fare” per raggiungere gli obiettivi precedentemente concordati di efficienza del carburante. “Il potenziale di migliaia di euro di multe servirà come un forte incentivo a lanciare un numero senza precedenti di nuovi modelli elettrici e ibridi l’anno prossimo”, ha sottolineato l’analista del credito presso Moody, James Leaton. “Alcuni produttori non riusciranno a soddisfare gli obiettivi e pagheranno multe o perdereranno quote di mercato, pur di non vendere i modelli che generano alte emissioni. Volkswagen, Fiat Chrysler, Ford, Hyundai e Kia sono i gruppi più esposti sulla base del gap che devono ancora colmare per raggiungere gli obiettivi 2020/1 “, ha aggiunto.