in

Ferrari 275 GTB Competizione: Ferrari Classiche torna a far risplendere una delle sue vetture più iconiche

Una GTB/C Giallo Fly torna ad essere il massimo grazie all’intervento di Ferrari Classiche

Ferrari 275 GTB Competizione

Quando questa Ferrari 275 GTB Competizione passò per le mani di Ferrari Classiche aveva la classica colorazione Rossa ma in realtà il suo colore originale era Giallo Fly. Le prese d’aria sono state allargate, le sospensioni anteriori leggermente rialzate, alcune zone della carrozzeria rimodellate e molte altre parti sono state sostituite durante la sua vita avventurosa.

Nel corso del tempo, Ferrari Classiche è riuscita a portare questa GTB/C agli standard dell’azienda. Purtroppo, Maranello non ha rivelato nel dettaglio la data del riacquisto della vettura con numero di telaio 09027 ma ha dichiarato che l’acquisto è stato fatto qualche anno dopo la vendita all’asta d Bonhams del 2004 a Monte Carlo.

Ferrari 275 GTB Competizione

Ferrari 275 GTB Competizione: l’esemplare torna a risplendere grazie a Ferrari Classiche

Prima di tale anno, la Ferrari 285 GTB Competizione ha avuto una vita piuttosto tumultuosa. L’esemplare dell’auto lasciò la fabbrica il 14 giugno 1966 e 4 giorni dopo debuttò alla 24 Ore di Le Mans dove Pierre Noblet e Claude Dubois la guidarono finendo al 10° posto nella classifica generale nel team di Francorchamps.

Secondo quanto affermato dal cavallino rampante, il team corse apportò diverse modifiche a questa Ferrari 275 GTB Competizione che includevano l’aerodinamica e i fendinebbia in modo da renderla adatta alla gara. In seguito, la vettura vinse il Mont Ventoux ma venne danneggiata durante la gara della Marathon de la Route al Nurburgring.

Ferrari 275 GTB Competizione

Il veicolo tornò a Maranello dove qui la Carrozzeria Scaglietti (che originariamente si occupò di costruirla) la sistemò prima che venisse venduta al pilota Patrick McNally nel 1967. McNally, dopo aver riverniciato l’auto in argento, la distrusse in occasione dei 1000 km di Parigi.

Ancora una volta, la GTB/C venne riparata ma questa volta da Maranello Concessionaires Ltd nel Regno Unito e verniciata in rosso. Ferrari sostiene che l’auto è passata per le mani di diversi proprietari prima di essere venduta a Monte Carlo.

Il cavallino rampante ha dichiarato, inoltre, che ha dovuto sostituire diverse parti non originali come i dischi dei freni anteriori, il serbatoio della benzina, i cerchi, gli pneumatici, il volante e altro ancora. Oggi, la Ferrari 275 GTB Competizione è tornata alla sua massima forma.

Ferrari 275 GTB Competizione

Fonte