in

Fiat Chrysler: stop alla produzione a Windsor e Brampton per una settimana ad aprile

Ad aprile stop di una settimana negli stabilimenti Fiat Chrysler di Windsor e Brampton

Fiat Chrysler Windsor
Fiat Chrysler Windsor

Fiat Chrysler Automobiles metterà in standby, il mese prossimo per una settimana ciascuno, due impianti situati in Ontario in Canada. L’impianto di Brampton si fermerà tra l’1 e l’8 aprile e la fabbrica di Windsor dall’8 al 15 aprile. L’annuncio è stato fatto martedì sera, riporta AutoNews. Il portavoce di FCA Canada, Lou Ann Gosselin, ha dichiarato che la decisione è stata presa per “allineare la produzione alla domanda”.

A Windsor, una squadra di 6.000 persone è responsabile della realizzazione della Chrysler Pacifica e della Dodge Grand Caravan. Quando funziona a pieno regime, in tre turni giornalieri per 6 giorni alla settimana, l’impianto produce quasi 1.500 minivan al giorno. La fabbrica è già stata chiusa tre volte quest’anno per adeguarsi agli inventari e alla mancanza di componenti.

A febbraio, le vendite di Chrysler Pacifica sono diminuite del 24%, a 14.817, negli Stati Uniti, mentre il Grand Caravan è calato del 27%, a 19.634. Nei primi due mesi dell’anno, Pacifica era in calo del 54%, a 512 unità, mentre il Grand Caravan ha registrato un calo del 20%, a 4.836 in Canada. A Brampton, circa 3.500 dipendenti di Fiat Chrysler assemblano Chrysler 300, Dodge Challenger e Charger. Anche l’impianto è rimasto inattivo per le prime due settimane di gennaio, dice Gosselin.

Con 4.586 unità, le vendite di Chrysler 300 sono in calo del 32% a gennaio e febbraio, quest’anno, negli Stati Uniti. Il Challenger e il Charger hanno visto un calo del 28% e dell’8%, rispettivamente, con 6.869 e di 1.11757 unità. In Canada, Chrysler ha venduto solo 390 unità su 300 nei primi due mesi dell’anno, segnando un calo del 30 per cento. Challenger e Charger erano, tuttavia, del 93 e del 38 percento, rispettivamente, a 453 e 920 unità.