in

Fiat Chrysler dovrebbe ricevere 3 diversi tipi di incentivi fiscali per la sua espansione in Michigan

Fiat Chrysler dovrebbe ricevere almeno tre tipi di incentivi fiscali statali o sussidi come parte del suo piano di investire 4,5 miliardi in Michigan

Fiat Chrysler USA Sede Insegna
Fiat Chrysler USA

Fiat Chrysler Automobiles sembra pronta a qualificarsi per almeno tre tipi di incentivi fiscali statali o sussidi come parte del suo piano di investire 4,5 miliardi in cinque stabilimenti del Michigan e creare 6.500 posti di lavoro a Detroit. L’ammontare totale di questi incentivi rimarrà un mistero fino a quando non verrà approvata dal Fondo Strategico del Michigan. Ma i documenti della Michigan Economic Development Corporation ottenuti da The Detroit News attraverso una richiesta di Freedom of Information Act suggeriscono che il pacchetto per “Project Peregrine Falcon” includerà una serie di incentivi progettati per addolcire l’affare.

È probabile che anche il Dipartimento dei trasporti del Michigan contribuisca a coordinare i miglioramenti stradali nei pressi del Mack Avenue Engine Complex, sul lato est di Detroit, che la casa automobilistica intende convertire in un nuovo impianto di assemblaggio. “Non vediamo l’ora di lavorare con voi mentre ci avviciniamo a rendere questo progetto una realtà qui nel Michigan,” ha detto Christine Roeder, vice presidente della divisione conservazione e crescita per la Michigan Economic Development Corp. parlando di Fiat Chrysler.

Il Business Development Program è progettato per fornire sovvenzioni, prestiti o altre forme di assistenza economica per progetti “altamente competitivi” nel Michigan che creano posti di lavoro o includono nuovi investimenti, secondo il MEDC. Il programma Good Jobs, creato dall’ex governatore Rick Snyder e dall’assemblea legislativa repubblicana nel 2017, consente alle aziende qualificate di acquisire una parte delle imposte sul reddito pagate dai nuovi assunti se vengono creati con successo centinaia di posti di lavoro nel Michigan.

FCA Fiat Chrysler Automobiles

Le esenzioni sono disponibili per le aziende che realizzano 25 milioni o più di investimenti qualificati in aree “in difficoltà” o per progetti “trasformativi”, secondo la stato. MEDC e Fiat Chrysler stavano già discutendo potenziali incentivi statali a novembre, tre mesi prima che la compagnia annunciasse pubblicamente i piani per convertire l’impianto di Mack, aggiornare il suo Jefferson North Assembly Plant a Detroit e Warren Truck mentre riorganizzava gli impianti esistenti a Warren, Sterling Heights e Dundee.

Ti potrebbe interessare: FCA utilizza la termografia per prevenire infortuni ai dipendenti