in

Jeep Gladiator arriverà anche in Europa ma si farà attendere

Il lancio del Gladiator per il mercato europeo è programmato tra più di un anno

Jeep Gladiator Europa

Il Salone di Ginevra 2019 è stata l’occasione per Jeep per confermare ufficialmente il debutto in Europa del nuovo Jeep Gladiator, il pick-up, sviluppato partendo dalla stessa piattaforma della Jeep Wrangler, che ha debuttato sul finire dello scorso anno in Nord America dove, nel corso dei prossimi mesi, prenderà il via la fase di commercializzazione su larga scala. 

Il nuovo Jeep Gladiator è un modello chiave per Jeep (e quindi per FCA) in Nord America, un mercato che rappresenta il principale serbatoio di utili per il gruppo FCA. Il ritorno nel segmento dei pick-up di Jeep rappresenterà un’importante fattore per il marchio americano che potrà continuare il suo processo di crescita con una gamma ancora più completa.

In Europa, invece, il Jeep Gladiator rappresenta un progetto sicuramente meno importante per il brand. Il nuovo Gladiator andrà a rivolgersi ai clienti europei che cercano un pick-up completo e, soprattutto, di dimensioni considerevoli (la lunghezza del modello è quasi di 5.20 metri).

La conferma in merito all’arrivo in Europa del nuovo Jeep Gladiator è arrivata da Jeff Hines, numero uno di Jeep in Europa, che, in un’intervista rilasciata al magazine britannico Autocar, ha specificato che il nuovo pick-up di Jeep arriverà sul mercato europeo tra il primo ed il secondo trimestre del 2020. E’ probabile, quindi, che il nuovo Gladiator venga esposto al Salone di Ginevra del prossimo anno per poi raggiungere le concessionarie del marchio americano per la prossima primavera. 

Da notare, inoltre, che Hines ha specificato che il nuovo Jeep Gladiator verrà esportato in Europa in un quantitativo limitato di unità. Jeep non si aspetta di ottenere un impatto significativo sui volumi di vendita dal Gladiator che, come detto, andrà ad occupare una piccola, ma significativa, nicchia del mercato. Il modello, grazie alle tante possibilità di personalizzazione, sarà tutt’altro che economico e potrebbe garantire buoni ritorni in termini di utili per il marchio americano sul mercato europeo.

Da notare, infine, che Hines non ha chiarito quelle che saranno le motorizzazioni del nuovo Jeep Gladiator per il mercato europeo. Negli USA, il nuovo pick-up sarà disponibile esclusivamente con il motore 3.6 Pentastar V6, un’unità benzina in grado di erogare 285 CV. A partire dal 2020, inoltre, i clienti americani potranno acquistare il Jeep Gladiator anche in versione diesel con una versione evoluta dell’attuale 3.0 EcoDiesel V6 della Grand Cherokee che eroga oltre 260 cv. 

Per ora non ci sono conferme in merito ma è probabile che la gamma europea del nuovo Jeep Gladiator comprenderà entrambe le motorizzazioni con i clienti del nostro continente che, molto probabilmente, opteranno maggiormente per la versione diesel. Ulteriori aggiornamenti sul nuovo Gladiator e sul suo debutto europeo arriveranno, di certo, nel corso delle prossime settimane.