in

Alfa Romeo: cancellata la produzione dell’E-SUV e delle sportive 8C e GTV

A sostenerlo è l’ultimo report degli analisti di AutoForecast Solutions

Alfa-Romeo GTV E-SUV 8C cancellate

Nei giorni scorsi è, finalmente, arrivata la conferma ufficiale in merito alla produzione dell’Alfa Romeo C-SUV, il crossover che verrà prodotto a Pomigliano d’Arco andando ad affiancare, all’interno della gamma del marchio italiano, la Giulia, lo Stelvio e la rinnovata Giulietta con l’obiettivo di dare una sostanziale spinta alla crescita delle vendite del brand, in particolare in Europa. 

L’avvio della produzione del nuovo C-SUV potrebbe costare caro al marchio Alfa Romeo che, secondo l’ultimo report degli analisti di AutoForecast Solutions datato 18 febbraio, potrebbe registrare la cancellazione di ben tre progetti, annunciati dal piano industriale di FCA dello scorso giugno. Il gruppo, infatti, potrebbe aver cancellato la produzione dell‘E-SUV e delle due supercar Alfa Romeo GTV, basata sulla piattaforma Giorgio, e Alfa Romeo 8C.

AutoForecast Solution Screenshots AlfaRomeo

AutoForecast Solution Screenshots

Stando ai piani annunciati ufficialmente da FCA ed alle varie indiscrezioni emerse nei mesi scorsi (prima dell’annuncio del “Piano Italia” di novembre che prevede per Alfa Romeo il solo C-SUV), la gamma del marchio italiano avrebbe dovuto comprendere l’E-SUV su base Giorgio, da produrre a Mirafiori dal 2021, la GTV, coupé sportiva su base Giorgio da produrre a Cassino dal 2021, e la supercar 8C, da produrre a Modena dal 2022. Tutti e tre i progetti, secondo quanto riporta AutoForecast Solutions, sarebbero stati cancellati ed al momento non ci sarebbero ulteriori dettagli in merito a nuovi modelli per il marchio Alfa Romeo.

Da notare che il report conferma la produzione del D-SUV Maserati a Cassino da metà 2021, della Jeep Compass a Melfi, da inizio 2020, e del C-SUV Alfa Romeo che potrebbe debuttare a Pomigliano d’Arco solo da gennaio 2022. Quest’ultimo dato contrasta con le indiscrezioni dei giorni scorsi che vedono il C-SUV in arrivo già il prossimo anno. 

Alfa Romeo: nuovo ridimensionamento del piano di crescita?

Se il report degli analisti di AutoForecast si rivelerà corretto, quindi, per i prossimi anni la gamma Alfa Romeo sarà composta da cinque modelli (Giulia, Stelvio, C-SUV, Giulietta e 4C Spider) ed, almeno sino al prossimo piano industriale di FCA, potrebbero non essere previste ulteriori novità. Se la notizia verrà confermata dai fatti, ci troveremo di fronte ad un nuovo ridimensionamento del piano di crescita di Alfa Romeo. 

Ricordiamo che, secondo quanto rivelato da FCA lo scorso giugno, Alfa Romeo dovrebbe poter contare entro fine 2022 su di una gamma costituita da sette modelli in grado di spingere le vendite sino ad un totale di 400 mila unità all’anno, più del doppio di quanto registrato nel corso del 2018. 

Secondo questo report, FCA potrebbe aver cancellato i tre progetti meno rilevanti (in termini di unità vendute) per il futuro di Alfa Romeo con l’obiettivo, ipotizziamo, di accelerare al massimo gli investimenti per gli altri modelli in gamma. Il C-SUV, che sarà prodotto a Pomigliano d’Arco utilizzando la stessa piattaforma della Jeep Compass, e le varianti ibride di Giulia e Stelvio potrebbero essere, quindi, le uniche novità (oltre al leggero restyling della Giulietta) per i prossimi anni. 

Questi nuovi modelli, sfruttando quelle che sono le richieste attuali del mercato (più SUV e più  ibrido) dovranno trascinare le vendite del marchio italiano sino al raggiungimento del target commerciale fissato da FCA che, dopo quest’ultimo report, appare decisamente più ambizioso e meno realistico del previsto. 

Le prime conferme in merito al futuro di Alfa Romeo potrebbero arrivare già in occasione della prossima edizione del Salone dell’auto di Ginevra, al via il 5 marzo, quando ci sarà il debutto in pubblico del nuovo C-SUV. In occasione della fiera elvetica, la dirigenza del gruppo non potrà sottrarsi alle domande della stampa relative al futuro del marchio. 

Sul tavolo ci sono molti progetti che ancora attendono una conferma (positiva o negativa) e, più in generale, c’è tutto il futuro del marchio Alfa Romeo che, dopo anni di transizione, attende finalmente di poter riprendere il suo piano di rilancio, iniziato con il debutto di Giulia e Stelvio. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti relativi al brand. 

AutoForecast Solutions