in

La Fiom interrompe la trattativa sul contratto con Fiat Chrysler

La Fiom ha annunciato di aver interrotto le trattative con il gruppo Fiat Chrysler per quanto concerne il rinnovo del contratto collettivo

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Nelle scorse ore la Fiom ha annunciato di aver interrotto le trattative con il gruppo Fiat Chrysler per quanto concerne il rinnovo del contratto degli 80 mila addetti di Fca, Cnh Industrial e Ferrari in Italia. Il mancato accordo tra le parti, che si sono incontrate presso la sede dell’Unione industriale di Torino, sarebbe dipeso da una serie di questioni normative, attinenti al sistema di relazioni sindacali. Francesca Re David, segretaria generale della Fiom a proposito di questa interruzione delle trattative ha dichiarato: “Non ci sono le condizioni per proseguire la discussione a fronte di una indisponibilità di FCA a negoziare il sistema di relazioni sindacali”.

I problemi principali sul tavolo di trattativa sarebbero due al momento. Il primo è rappresentato dalla questione salariale. Le parti trattano su un aumento del 10 per cento richiesto dalla Fiom. Il secondo problema riguarda invece il consolidamento del sistema di premi aziendali. Per il sindacato un ridimensionamento di questi premi sarebbe un qualcosa di inaccettabile. Ferdinando Uliano della segreteria nazionale della Fim ha detto che il 5 e il 6 marzo si proverà a chiudere con Fiat Chrysler trovando un accordo.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo: per la Fiom l’Ecotassa non sarà un problema per Cassino ma la Giulietta potrebbe uscire di produzione