in

Fiat 500 sotto i riflettori al Museum of Modern Art di New York

Fiat 500 F è stata esposta al pubblico per la prima volta ieri al Museum of Modern Art di New York

Fiat 500 Series F

Fiat 500 F, acquisita dal Museum of Modern Art (MoMA) di New York nel 2017, è stata esposta al pubblico per la prima volta ieri. L’auto sarà esposta nella mostra ” The Value of Good Design “, che racconta la storia del design industriale attraverso i lavori della collezione MoMA, fino al 15 giugno 2019. La presenza del celebre veicolo nelle gallerie del MoMA certifica ulteriormente l’importanza storica e il valore simbolico della Fiat 500 degli anni ’50 come un’icona di stile italiano che incarna molte delle caratteristiche tipiche del design modernista dell’epoca e si collega ai temi esplorati dalle collezioni esposte nel museo di New York.

La Fiat 500 in mostra al MoMA è un modello della serie F. Questa era la serie più famosa di tutti e fu fatta dal 1965 al 1972. Contando le altre versioni di prima generazione (Sport, D, L, R), oltre 4 milioni di modelli furono prodotti dal 1957 al 1975. Più di 6 milioni sono stati gli esemplari prodotti da quando la 500 è stato rinnovata nel 2007, rendendo questo uno dei modelli Fiat più venduti di tutti i tempi. Progettata da Dante Giacosa e lanciata nel 1957, la Fiat 500 fu progettata come un’auto a prezzi accessibili per l’ Europa del dopoguerra.

Il concetto di base era che un design di alta qualità dovrebbe essere accessibile a tutti. Nonostante le sue ridotte dimensioni, il design di Giacosa ha massimizzato lo spazio interno, creando un abitacolo sorprendentemente spazioso in grado di ospitare fino quattro passeggeri. il tetto in tela morbida pieghevole standard ha dato a questa auto economica un tocco di lusso, riducendo l’uso di acciaio, che era molto costoso in quel momento.