in

Fiat Chrysler Windsor: lo stop alla produzione di febbraio preoccupa i dipendenti

Gli operai dello stabilimento di Windsor preoccupato dell’anticipo a febbraio dello stop alla produzione previsto inizialmente ad aprile

Fiat Chrysler Windsor
Fiat Chrysler Windsor

I lavoratori dello stabilimento di assemblaggio Fiat Chrysler di Windsor sono preoccupati dopo aver appreso che la chiusura temporanea dello stabilimento di Fiat Chrysler a Windsor prevista per aprile è stata anticipata a febbraio. Gli operai dell’impianto rimarranno senza lavoro dall’11 al 17 febbraio a causa di questa chiusura. Si parla di adeguamento della produzione alla domanda e di alcuni modifiche necessarie alla linea di produzione. “Sarà un anno difficile secondo me”, dice l’operaio Craig Martin. Un sentimento condiviso dal suo college John Derose che crede che questa chiusura anticipata non sia un buon segno per Chrysler. FCA da parte sua non fornisce dettagli su questa decisione. 

Da parte sua, l’esperto di auto David Cole non si preoccupa troppo di questa chiusura temporanea anticipata. Pensa, tuttavia, che potrebbe essere una conseguenza della modernizzazione della produzione, della scarsità di parti o della necessità di ridurre l’inventario in eccesso. Ha anche sottolineato che i minivan devono affrontare ultimamente la concorrenza rigida di altri modelli, inclusi i crossover. Le vendite di Pacifica sono diminuite del 68% il mese scorso rispetto a dicembre 2017. Le vendite di Grand Caravan sono diminuite del 49% rispetto allo stesso periodo. Insomma non è un grande momento per questo tipo di auto e dunque sembra inevitabile che la produzione nello stabilimento Fiat Chrysler Windsor possa subire qualche stop.