in ,

Maserati: a Mirafiori e Grugliasco si passa al turno singolo

maserati mirafiori

In attesa di saperne di più sui nuovi progetti, Maserati sta vivendo un periodo di transizione con dati di vendita che continuano ad essere poco soddisfacenti. La conferma in merito alle scarse richieste dal parte del mercato arriva, in queste ore, da una decisione di FCA. L’azienda, infatti, ha deciso di abbandonare il doppio turno a Mirafiori e Grugliasco, i due stabilimenti torinesi che rappresentano il cuore della produzione del brand del Tridente. 

FCA ha, infatti, comunicato ai sindacati che, sia a Grugliasco che a Mirafiori, per il prossimo futuro si lavorerà sul turno singolo, dalle 8 alle 16 andando così ad ottimizzare il funzionamento dei due stabilimenti che presentano una capacità produttiva nettamente superiore rispetto a quelle che sono le effettive richieste del mercato internazionale per i tre modelli Maserati prodotti. 

Ricordiamo, infatti, che Maserati produce la Ghibli e la Quattroporte nello stabilimento di Grugliasco ed il SUV Levante nello stabilimento di Mirafiori. Sempre a Mirafiori, inoltre, ci sarà un anno di cassa integrazione straordinaria, che terminerà a fine dicembre prossimo, per preparare lo stabilimento all’avvio della produzione di un nuovo modello, la Fiat 500 Elettrica, in arrivo nel corso del 2020 come cardine del nuovo “Piano Italia” di Manley, attualmente in fase di revisione. 

Torniamo alla questione dell’addio del doppio turno a Mirafiori e Grugliasco. La notizia, come facilmente prevedibile, non è stata accolta in modo positivo dai sindacati. Il segretario provinciale Edi Lazzi ed il responsabile di Mirafiori Ugo Bolognesi hanno così commentato l’annuncio da parte di FCA relativo alla scelta del passaggio al turno singolo di lavoro. 

L’ennesima brutta notizia per i lavoratori. A fronte dell’uso intensivo degli ammortizzatori sociali e delle conseguenti poche giornate in cui gli addetti saranno  al lavoro nel corso del 2019, i lavoratori vedranno un ulteriore penalizzazione a livello salariale. Infatti andando su un turno unico perderanno anche le maggiorazioni legate al turno pomeridiano che è stato cancellato“. I due rappresentati sindacali non perdono sottolineano una spiacevole realtà: “Con una battuta viene da dire che in questo modo faranno pagare l’Ecotassa ai lavoratori”

Le prospettive future per gli stabilimenti di Mirafiori e Grugliasco non sono particolarmente positive. Per quanto riguarda Mirafiori, infatti, c’è da attendere l’avvio del progetto della Fiat 500 Elettrica, un modello molto ambizioso ma il cui impatto effettivo sui livelli produttivi del sito sarà tutto da valutare nel corso dei prossimi anni. 

Per Grugliasco, invece, non c’è nulla di significativo all’orizzonte. Lo stabilimento è stato praticamente ignorato dal “Piano Italia” ed attende l’avvio della produzione delle versioni ibride di Ghibli e Quattroporte che, in ogni caso, difficilmente riusciranno a dare una spinta significativa ai livelli produttivi. 

Ricordiamo, infine, che un aggiornamento ufficiale sulle vendite di Maserati su scala internazionale arriverà soltanto in occasione della pubblicazione dei risultati finanziari del gruppo FCA, in programma ad inizio febbraio. Continuate a seguirci per saperne di più. 

Fonte

Written by Davide Raia

Appassionato di tecnologia e motori da sempre, editor e blogger, scrivo sul web da più di dieci anni. Ho collaborato con diverse testate online, occupandomi di temi differenti ma senza mai abbandonare il mondo dei motori ed, in particolare, il settore auto che ormai seguo quotidianamente con l’obiettivo di scoprire news e curiosità su tutti i nuovi modelli in arrivo. Nel tempo libero leggo, monto e smonto PC e cambio smartphone con troppa frequenza. Prossimo obiettivo: acquistare un’auto elettrica.