in

Fiat Chrysler: Cassino sempre meno centrale nel futuro del gruppo

FCA è sempre più un’azienda globale i cui interessi sono ormai in gran parte fuori dall’Italia

Alfa Romeo stabilimento Cassino dazi

Lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino rischia di essere sempre meno centrale nel futuro del gruppo italo americano. Man mano che il baricentro della società si sposta negli Stati Uniti diventa inevitabile che lo stabilimento che fino ad ora è stato considerato come il cuore pulsante del rilancio di Alfa Romeo possa avere un ruolo sempre più marginale. Fiat Chrysler è sempre più un’azienda globale e dunque inevitabilmente le cose in Italia cambieranno.

A proposito di Cassino negli anni scorsi si era detto che avrebbe avuto un ruolo centrale per la creazione del cosiddetto polo del lusso formato insieme a Maserati che però al momento sembra essere molto lontano dalla sua realizzazione. Questo progetto infatti non sembra più essere un interesse primario per il gruppo italo americano che preferisce concentrare i suoi sforzi sulla crescita di Jeep e Ram negli Stati Uniti, un qualcosa che sicuramente garantisce una maggiore redditività rispetto al rilancio del Biscione. 

In tutto ciò solo parzialmente influisce il ritardo nell’elettrificazione che il gruppo sta registrando rispetto ai diretti concorrenti. Anche l’introduzione dell’ecotassa che creerà qualche problema nella vendite di alcune versioni dei veicoli di Jeep, Alfa Romeo e Maserati centra solo relativamente. La marginalità del sistema industriale italiano nella crescita di Fiat Chrysler appare evidente ogni giorno di più. Del resto ci troviamo a fare i conti con un settore dell’auto che sta subendo cambiamenti sempre più grandi. Le nuove tecnologie  porteranno grandi cambiamenti anche nel modo di fruire delle auto.

Nelle grandi città ad esempio la popolazione crescerà ma il numero delle auto è destinato a diminuire. Ed ecco allora che le case automobilistiche saranno costrette a unirsi tra di loro per sopravvivere dividendo i costi. Grazie alla vocazione internazionale di Alfa Romeo, Cassino è probabile che possa sopravvivere a questi grandi cambiamenti ma il suo ruolo sarà in ogni caso sempre meno centrale all’interno del gruppo Fiat Chrysler le cui aspirazioni guardano sempre meno al mercato di casa nostra e sempre più a quello che succede in paesi quali Stati Uniti e Cina. 

alfa romeo cassino
alfa romeo cassino

 

Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.