in

Jeep Gladiator Hercules: Tim Kuniskis smentisce l’esistenza di questa versione

La versione high-performance del nuovo pick-up del marchio americano tanto chiacchierato non arriverà sul mercato

Jeep Gladiator Hercules Tim Kuniskis

Tim Kuniskis, diventato da soli 3 mesi il presidente di Jeep Nord America, ha parlato con la stampa lunedì in occasione del Salone di Detroit 2019. All’ex capo di SRT li sono state fatte domande riguardanti il presunto Jeep Gladiator Hercules che dovrebbe arrivare sul mercato come la versione più potente dell’ultimo pick-up del marchio automobilistico americano.

Kuniskis ha potuto dare un’occhiata ai render pubblicati negli scorsi giorni sostenendo che sono belli ed interessanti. Il dirigente ha detto che hanno lavorato molto nel segmento high-performance costruendo dei modelli per Moab ogni anno. Il problema è che non dispongono delle specifiche per essere guidati su strada.

Jeep Gladiator Hercules Tim Kuniskis

Jeep Gladiator: il presidente rilascia delle dichiarazioni sulla versione high performance del pick-up

Circa 3000 esemplari di Jeep con motori potenziati vengono venduti ogni anno dai tuner. Si tratta di un numero considerevole ma non abbastanza per progettare un sistema di raffreddamento efficiente in termini di costi necessario per portare sotto il cofano un motore V8 da più di 6 litri.

Tim Kuniskis sostiene che i venditori aftermarket riescono a fatturare circa 80.000 dollari per una Jeep Wrangler modificata con propulsore V8 da 6.4 litri. A parte le poche ed impressionanti versioni svelate al SEMA Show ogni anno, Kuniskis sostiene che le analisi svolte da loro sul mercato rivelano che la maggior parte dei proprietari di Jeep vogliono pagare per avere un motore con più coppia. In generale, preferiscono modelli con 610-644 nm. Il nuovo Jeep Gladiator offre proprio questo.

Il presidente di Jeep Nord America ha detto che la versione diesel arriva a proporre una coppia di 600 nm ed è più che sufficiente per accontentare un po’ tutti gli utenti. Oltre a questo, Tim Kuniskis non riesce a comprendere da dove deriva il termine Hercules dato a questa ipotetica versione del pick-up. Il dirigente ha ipotizzato che le voci sul modello high performance derivino da alcuni suoi commenti rilasciati al Salone di Los Angeles 2018.