in

Alfa Romeo sta valutando il lancio di più crossover e l’utilizzo di motori alternativi

Un dirigente della casa automobilistica milanese parla del lavoro fatto fino ad ora negli Stati Uniti

Alfa Romeo lancio crossover motori alternativi

Ben Lyon, responsabile del product marketing in Alfa Romeo Nord America, ha dichiarato che portare sul mercato dei motori con alimentazione alternativa è attualmente l’obiettivo primario per tutte le case automobilistiche, per questo anche il Biscione si unirà al resto del gruppo.

Lyon afferma che in questo momento negli Stati Uniti sono ancora un marchio in crescita, quindi non hanno abbastanza fan. Alfa Romeo, continua il dirigente, si sta concentrando attualmente sui motori a benzina nel mercato statunitense.

Alfa Romeo lancio crossover motori alternativi

Alfa Romeo: il Biscione prepara il suo rilancio negli Stati Uniti

Dato che le leggi sull’inquinamento e sulle emissioni stanno diventando sempre più dure, il Biscione sta considerando di dotare i suoi veicoli futuri con altri tipi di motori, fra cui quelli completamente elettrici. Il dirigente ha dichiarato poi che in questo momento è in fase di costruzione una vettura Alfa Romeo alimentata completamente a batteria e che dispone del DNA del marchio italiano.

Lyon sostiene che a molte persone non importa ciò che è presente sotto il cofano ma basta che “bruci benzina e sia potente”. In questo momento, la gamma di Alfa Romeo è piuttosto limitata poiché offre soltanto una berlina sportiva, un crossover e una coupé dallo stile esotico. Dunque, non è attualmente in grado di competere con altri brand come Mercedes o Audi.

Alfa Romeo lancio crossover motori alternativi

Tuttavia, il marchio automobilistico milanese mira a portare dei nuovi veicoli sul mercato, soprattutto crossover. Lyon, infatti, ha dichiarato che l’opportunità di crescita offerta in questo momento dal mercato è quella di lanciare utility vehicles.

Nonostante ciò, comunque Alfa Romeo continuerà a concentrarsi anche su altri segmenti con l’obiettivo di portare sul mercato statunitense crossover e modelli più grandi e più piccoli dell’attuale Giulia.

6 Commenti

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero
    • Piero Felice loro sono sicuramente lenti, ma per una volta andrebbe detto che pure il mercato ha le sue colpe. Al loro lancio Giulia e Stelvio non avevano nulla in meno rispetto alle competitor ma il mercato compra tedesco a prescindere, per partito preso. Questo porta meno soldi in cassa per ampliare la gamma rapidamente, e il progetto Giulia e Stelvio, per riportare in Alfa la trazione posteriore e piattaforme dedicate solo al marchio Alfa in modo da ridarle identità sua, ad FCA è costato mica poco

    • Alessandro Fioco certo non lo metto in dubbio
      Comunque vogliono essere competitivi??
      Be allora sforna modelli ricercati ….abbinati alle tedesche e sforna modelli di migliore qualità punto!
      Con due modelli ed uno che deve andare in pensione con chi credi possono competere con Lada??
      È poi le ricerche… i tedeschi già vendono macchine elettriche di lusso… già studiano come fare macchine con guida autonoma…
      E inutile siamo dietro anni luce altro che storie!

  1. Bisogna rinnovare la giulietta, e creare delle versioni sportive come la coppia bmw serie 1/2, ampliare la gamma della giulia come la coppia serie 3/4, creare la berlina superiore alfetta come la coppia serie 5/6 e l’ammiraglia come la coppia serie 7/8 e in più il resto dei suv.

Lascia un commento

Written by Alessio Salome

Dopo il diploma in Ragioniere-Programmatore, inizia a muovere i primi passi nel mondo del blogging da Lucera, un piccolo paese in provincia di Foggia. Attualmente collabora con diversi siti Web e gestisce un blog personale. Nel tempo libero, invece, studia e approfondisce argomenti di suo interesse come tecnologia e motori e ascolta della buona musica.