in

Ferrari 488 Pista debutta ufficialmente in Australia

La Supercar da oltre 700 CV del cavallino rampante arriva anche nel mercato australiano

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Nelle scorse ore, Ferrari ha annunciato la disponibilità della sua nuova Ferrari 488 Pista anche per il mercato australiano ad un prezzo di partenza di 645.000 dollari. Tale vettura è la legittima erede della tanto lodata 458 Speciale e porta con sé diverse tecnologie mai viste prima d’ora.

A differenza del motore V8 aspirato della Speciale, la Ferrari 488 Pista sono stati aggiunti due turbocompressori al V8 da 3.9 litri portando una potenza a 720 CV a 8000 g/min e 770 nm di coppia massima a 3000 g/min. Ciò significa che la nuova Supercar di Maranello propone 115 CV e 230 nm in più della Speciale e 50 CV e 9 nm della 488 GTB.

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Ferrari 488 Pista: la nuova Supercar di Maranello debutta anche nel mercato australiano

Abbiamo di fronte anche la Ferrari V8 più potente di sempre con un motore composto dal 50% di nuovi componenti. La nuova Ferrari 488 Pista è più leggera di 18 kg rispetto alla versione standard con il suo peso di soli 1385 kg. La fibra di carbonio è stata adottata dal cavallino rampante su cofano motore, paraurti anteriore e posteriore e spoiler posteriore mentre il lunotto è realizzato in policarbonato super leggero chiamato Lexan.

Gli acquirenti della Ferrari 488 Pista possono ridurre ulteriormente il peso della vettura scegliendo dei cerchi da 20″ in fibra di carbonio (una novità per Ferrari) che sono più leggeri del 40% rispetto a quelli della 488 standard.

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Per quanto riguarda l’accelerazione e la velocità massima, la Supercar di Maranello è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in soli 2,85 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,6 secondi (migliorando, rispettivamente, di 0,15 e 0,7 secondi rispetto alla 488) e di raggiungere una velocità massima di 340 km/h rispetto ai 330 km/h.

L’aumento della velocità massima è stato reso possibile grazie all’utilizzo di nuove camme, valvole, bielle in titanio e altro ancora che hanno reso il motore più reattivo. La Ferrari 488 Pista beneficia del nuovo collettore di scarico Inconel che da solo riduce il peso del motore di 9,7 kg.

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Diverse caratteristiche prese in prestito dalla 488 Challange

I turbocompressori integrano dei sensori di rotazione presi in prestito dalla 488 Challenge i quali eliminano completamente il ritardo del turbo, ottenendo così una risposta istantanea dell’acceleratore.

Gli ingegneri di Maranello hanno lavorato strettamente anche sul cambio F1 a 7 velocità della Pista riducendo i tempi di cambio del 30% in modalità Race. La vettura vanta un altro primato nelle auto stradali della casa automobilistica modenese: Ferrari Dynamic Enhancer.

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Si tratta di un sistema di controllo della dinamica laterale che utilizza un software per regolare la pressione dei freni alle pinze ogni volta che il Manettino viene posizionato su CT-OFF. Essenzialmente, il sistema regola le variabili dinamiche laterali rendendo la guida più facile anche per i piloti meno esperti.

Anche i freni sono stati migliorati grazie a un migliore raffreddamento in condizioni estreme. Ferrari sostiene che la 488 Pista è capace di accorciare la distanza di frenata di 1 metro rispetto alla GTB. Il veicolo migliora anche l’efficienza aerodinamica attraverso una serie di modifiche prese dalla 488 Challenge e dalla GTE.

Ferrari 488 Pista debutto Australia

Diverse novità anche a livello estetico

Nonostante l’intercooler sia aumentato in termini di dimensioni del 25% rispetto a quello della GTB, la superficie effettiva è cresciuto del 7%. La parte frontale della vettura è stata interamente ridisegnata poiché include un paraurti derivato dal programma F1 di Ferrari soprannominato S-Duct. Sul retro, invece, è presente uno spoiler posteriore di nuova concezione più grande, lungo e alto che va ad ottimizzare il carico posteriore.

Non mancano un diffusore anteriore che produce un’aspirazione significativa e uno posteriore derivato dal campionato World Endurance Championship di Ferrari e più precisamente dalla 488 GTB. Per quanto concerne l’abitacolo, troviamo dei sedili anatomici in alcantara e degli ampi pannelli in fibra di carbonio. I pavimenti sono in alluminio con rivestimento leggero.


Written by Alessio Salome

Dopo il diploma in Ragioniere-Programmatore, inizia a muovere i primi passi nel mondo del blogging da Lucera, un piccolo paese in provincia di Foggia. Attualmente collabora con diversi siti Web e gestisce un blog personale. Nel tempo libero, invece, studia e approfondisce argomenti di suo interesse come tecnologia e motori e ascolta della buona musica.