in

FCA mostra un Jeep Renegade allo Smart Roads for AD cars

All’interno del porto di Livorno si è svolto il convegno dedicato allo sviluppo della guida autonoma

FCA Jeep Renegade Smart Roads for AD cars

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha partecipato allo Smart Roads for AD cars attraverso il suo Centro Ricerche. Si tratta di un workshop sulle strade intelligenti del futuro che si è svolto nella Cruise Terminal Meeting Hall all’interno del porto di Livorno. Il convegno ha evidenziato come l’Internet of Things (IoT) è in grado di fornire un valido contributo nel promuovere le tecnologie necessarie per sviluppare al meglio la guida autonoma sulle auto.

Il Centro Ricerche di Fiat Chrysler Automobiles (CRF) ha contribuito all’evento Smart Roads for AD cars proponendo alcune dimostrazioni dal vivo di un prototipo di un Jeep Renegade dotato del progetto AUTOPILOT. Questo è in grado di ricevere informazioni IoT provenienti dall’infrastruttura degli altri mezzi circolanti che lo circondano e le ha utilizzate per presentare al pubblico le potenzialità di queste tecnologie che avranno lo scopo principale di garantire una mobilità sempre più sicura e confortevole.

FCA Jeep Renegade Smart Roads for AD cars

Smart Roads for AD cars: Fiat Chrysler partecipa al workshop con un prototipo dotato di IoT

In parole povere, il guidatore di una vettura connessa potrà conoscere varie informazioni provenienti dall’esterno che riguardano il percorso che sta attraversando, in modo da comprendere al meglio lo scenario in cui si muove. Ciò sarà reso possibile grazie anche alla rete stradale intelligente (ovvero le smart road).

Il progetto AUTOPILOT unisce gli stakeholder del settore automotive con quelli dell’IoT con l’obiettivo di sviluppare architetture e piattaforme in grado di supportare il veicolo in ambienti smart. I sensori presenti per le strade faranno squadra con quelli del veicolo per consentire una maggiore rilevazione di oggetti o eventi che non possono essere identificati con gli attuali sensori installati a bordo delle auto.

Ad esempio, sarà molto semplice rilevare con largo anticipo dei lavori in corso oppure la presenza di buche o pozzanghere lungo la carreggiata. In questo modo, si potrà intensificare sia la sicurezza che il comfort di guida. Un altro esempio è la possibilità di rilevare anticipatamente biciclette cadute sul percorso oppure pedoni che non rispettano il semaforo di un attraversamento pedonale.