in

Ferrari: Charles Leclerc sarà già in grado di lottare per il titolo nel 2019?

In tanti si chiedono se Charles Leclerc approda in Ferrari per fare il secondo a Vettel o per puntare subito al titolo

Sebastian Vettel e Charles Leclerc

Charles Leclerc ha vissuto un’ottima prima stagione in Formula 1 alla guida di una Alfa Romeo Sauber. In 17 Gran Premi, il giovane monegasco ha collezionato 21 punti arrivando per ben sette volte tra i primi ed è attualmente al 15 ° posto su 20 piloti nella classifica generale. La stagione che il 20 enne monegasco ha avuto è stata a dir poco spettacolare tenendo conto del livello raggiunto dal suo team. Questo ottimo esordio ha garantito a Leclerc l’approdo in Ferrari dall’anno prossimo al posto di Kimi Raikkonen che farà il percorso inverso. 

In tanti si chiedono se Charles Leclerc approda in Ferrari per fare il secondo a Vettel o per puntare subito al titolo

Quello che in molti si chiedono è se il giovane pilota della Ferrari, destinato a sostituire il 38 enne finlandese in una delle migliori squadre della Formula 1, sia già in grado di poter subito lottare per il titolo. Molto dipenderà anche da quelle che saranno le intenzioni di Ferrari per la prossima stagione. Se la scuderia del cavallino rampante ha preso Leclerc per fare da secondo pilota a Vettel un po’ come avvenuto negli ultimi anni con Raikkonen oppure se al giovane monegasco verrà consentito di partire alla pari con il compagno di squadra Sebastian Vettel. 

Ferrari

Sicuramente Kimi Raikkonen ha fatto un ottimo lavoro in Ferrari. Il finlandese ha sempre dato grande importanza al gioco di squadra spesso sacrificando i suoi risultati personali. A questo punto in tanti si domandano se anche Charles Leclerc avrà lo stesso ruolo che ha Raikkonen oggi. Probabilmente le cose non andranno così, primo perchè il giovane pilota monegasco ovviamente ha l’ambizione di sfondare e non quella di fare il gregario ad un altro pilota. Secondo, non avrebbe molto senso per Ferrari ingaggiare un giovane pilota per fargli svolgere esattamente lo stesso compito che negli ultimi anni ha svolto egregiamente Kimi Raikkonen che non a caso Vettel avrebbe confermato ancora. 

Lascia un commento