in

Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio: emozioni autentiche, ancora più potenza e tecnologia

Emozioni autentiche con le nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio, il simbolo di Nobile Sportività Italiana Alfa Romeo

Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio

In questi giorni si stanno tenendo le prove delle Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio, simbolo iconico che porta con sé una centenaria ricerca dell’eccellenza tecnica applicata alle competizioni e alle vetture di produzione. L’evento dinamico, ospitato presso il Centro Sperimentale di Balocco (VC), sta evidenziando un’esperienza di guida unica, diretta e coinvolgente, tipica di Alfa Romeo. Le due top di gamma sono il frutto di una ricerca dell’eccellenza tecnica che va avanti da oltre 100 anni applicata alle competizioni e alle vetture di produzione, contraddistinte dal leggendario Quadrifoglio Verde, il simbolo del DNA della casa automobilistica del Biscione.

Più potenza, tecnologia e prestazioni per le nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio

Nel lontano 1923 il pilota Ugo Sivocci vinse la Targa Florio con la sua Alfa Romeo RL arricchita dal logo benaugurante. Da allora l’emblema rappresenta le più performanti vetture del marchio, sia quelle che corrono nei circuiti di gara, sia quelle più potenti ed esclusive che circolano sulle strade. Le Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio non fanno eccezione, e sono state testate sia sul famoso circuito di Balocco che sulle strade vicine, dimostrando la dinamica di guida best in class, frutto della sorprendente leggerezza, dovuta all’utilizzo di materiali ultraleggeri come l’alluminio per il motore e la fibra di carbonio per l’albero di trasmissione, cofano, spoiler e minigonne. Inoltre, su Giulia, persiste l’aerodinamica attiva con lo splitter anteriore in carbonio: quando attivato controlla la qualità di flusso d’aria che passa sotto il veicolo, aumentando stabilità e prestazioni.

Forte personalità negli esterni dove le nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio rinnovano il proprio sguardo in continuità con il family feeling di gamma caratterizzato dai proiettori “3+3”, con nuovi fari Full-LED Matrix adattivi che offrono un fascio di guida antiabbagliante e adattabile per un’illuminazione ottimale in ogni condizione, garantendo risparmio energetico, un elevato miglioramento della sicurezza e un minore affaticamento degli occhi. La stessa caratterizzazione sportiva si ritrova nell’ambiente interno dove prevale l’esclusivo binomio pelle nera ed alcantara (opt) e dall’innovativa finitura in 3D in vero carbonio per il cruscotto, il tunnel centrale e il pannello delle porte. Il volante è rivestito in pelle ed Alcantara con cuciture nere e inserti in fibra di carbonio. La tecnologia e la connettività di bordo, che sono tipiche di Alfa Romeo, si uniscono all’estetica esclusiva per offrire un’esperienza di guida unica.

Lo testimonia il nuovo quadro strumenti, che riprende il design storico “a cannocchiale”, dove spicca lo schermo TFT da 12,3″ – completamente digitale – che permette di accedere a tutte le informazioni sulla vettura e ai parametri delle tecnologie di guida autonoma. Su Quadrifoglio, oltre ai tre layout (Evolved, Relax ed Heritage) disponibili su tutta la gamma Alfa Romeo, debutta l’esclusiva configurazione “Race”, che raccoglie nella schermata centrale le informazioni fondamentali che ogni pilota vuole avere sotto controllo: contagiri, tachimetro e shiftlight per la guida manuale. Il layout è personalizzabile inserendo nei quadranti laterali informazioni aggiuntive, tra cui quelle relative alle prestazioni in tempo reale.

Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio

Nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio hanno un’interfaccia HMI (Human Machine Interface) fluida e intuitiva per accedere facilmente a tutte le funzionalità. E il sistema infotainment offre contenuti, funzionalità e la piattaforma “Alfa Connect Services” che propone una vasta gamma di servizi utili per la sicurezza e il comfort. Le nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio, dunque, hanno un look aggressivo e una tecnica all’avanguardia, e proiettano il Marchio in un futuro che si ispira ai canoni estetici del passato, innovandoli e mettendoli al servizio di sportività e prestazioni, requisiti che sono sempre stati un tratto distintivo delle Alfa Romeo che trionfavano nelle gare più dure e prestigiose.