in ,

Maserati Grugliasco: lo stabilimento si ferma fino al 14 settembre

Fino al prossimo 14 settembre lo stabilimento Maserati Grugliasco rimarrà fermo per un calo della domanda

Arrivano brutte notizie per i dipendenti dello stabilimento Maserati Grugliasco. Da oggi 6 settembre fino al prossimo 14 settembre la fabbrica ferma del tutto la sua attività. Il fermo produttivo riguarda tutti i circa 2.700 dipendenti dello stabilimento che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobil. La Fismic si è detta molto preoccupata per questo stop che arriva dopo 3 settimane di ferie ad agosto e che deriva da un calo della domanda per i veicoli prodotti in quello stabilimento che non promette nulla di buono nemmeno per il futuro prossimo dello stabilimento. 

Fino al prossimo 14 settembre lo stabilimento Maserati Grugliasco rimarrà fermo

Se Maserati Grugliasco ha ricevuto questa brutta notizia, può invece sorridere la Comau di Grugliasco che può festeggiare il raggiungimento di un’intesa che ha anticipato a lunedì 3 settembre la chiusura dei contratti di solidarietà  attivati lo scorso 2 gennaio che in un primo momento sarebbero dovuti arrivare sino a fine anno. Edi Lazzi, responsabile del Comau per la Fiom-Cgil torinese parla finalmente di una buona notizia per la fabbrica di Comau. Si spera ovviamente che in futuro miglioramenti possano arrivare anche per gli stabilimenti Maserati Grugliasco e Mirafiori che ultimamente non godono di buona salute.

maserati grugliasco
maserati grugliasco

Questo soprattutto per la mancanza di novità importanti, così come evidenziato dalla Fiom di Torino nei giorni scorsi. Fino a quanto il piano industriale di Fiat Chrysler Automobiles annunciato lo scorso 1 giugno rimane solo sulla carta, il futuro dei dipendenti dei due storici stabilimenti rimane in forse. Solo quando finalmente partirà la produzione di nuovi modelli nei due stabilimenti allora forse finalmente il periodo di crisi potrà essere superato. Per il momento rimane il problema della fine degli ammortizzatori sociali entro fine anno per circa mille dipendenti di Mirafiori. 

 

 

 


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.