in ,

Fiat Chrysler USA investe 30 milioni in un nuovo impianto dedicato ai veicoli autonomi

La struttura servirà a testare la nuova tecnologia e migliorare la sicurezza dei veicoli di Fiat Chrysler

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler USA ha annunciato mercoledì di aver investito oltre 30 milioni di dollari nel suo Chelsea Proving Grounds nel Michigan sud-orientale per sviluppare ulteriormente e testare veicoli autonomi e tecnologie avanzate di sicurezza. La nuovissima struttura, che inizierà i primi test a settembre, presenta una pista autonoma dedicata alla velocità in autostrada, un’area di valutazione delle caratteristiche di sicurezza e un centro di comando ad alta tecnologia.

Fiat Chrysler ha annunciato un investimento di 30 milioni di dollari su un nuovo impianto dedicato alla guida autonoma

“La nuovissima struttura di Chelsea Proving Grounds contribuirà a supportare e consentire il successo del piano quinquennale dell’azienda previsto all’inizio di quest’anno”, ha dichiarato Mike Manley, Chief Executive Officer di Fiat Chrysler Automobiles e Chief Operating Officer, regione NAFTA . “La nostra capacità di testare tecnologie di sicurezza autonome e avanzate consente a FCA di offrire ai nostri clienti le funzionalità che desiderano attraverso il nostro portafoglio marchi”.

La struttura servirà a testare la nuova tecnologia e migliorare la sicurezza dei veicoli di FCA

La struttura consentirà di testare i vari livelli di autonomia e consentirà all’azienda di valutare i veicoli  utilizzando protocolli di test di terze parti, quali l’Istituto assicurativo per la sicurezza stradale (IIHS), il Programma di valutazione delle auto nuove americane (NCAP) e European New Car Assessment Programma (EuroNCAP), oltre a ulteriori simulazioni di test di frenata elettronica automatica.

Fiat Chrysler

La pista autostradale autonoma offre la possibilità di sviluppare sistemi di veicoli autonomi in un’ampia gamma di ambienti difficili, tra cui ostacoli, gallerie, condizioni di illuminazione della strada diverse e rampe di entrata e di uscita in stile interstatale. Il centro di comando copre oltre 6.500 metri quadrati e ospita apparecchiature informatiche di vitale importanza per la funzionalità GPS e la comunicazione dei veicoli di prova. La struttura ospita test di iterazioni avanzate di frenata di emergenza automatica e tecnologie di parcheggio automatizzato su un nuovo impianto di prova pavimentato.