in

Mahindra presenta una denuncia nei confronti di Fiat Chrysler Automobiles

Continua lo scontro fra il gruppo automobilistico italo-americano e la casa indiana

Mahindra denuncia Fiat Chrysler Automobiles

All’inizio di questo mese, Fiat Chrysler Automobiles ha cercato di bloccare le vendite di Mahindra e del suo Roxor negli USA sostenendo di aver imitato lo stile di Jeep. In particolare, il gruppo automobilistico italo-americano ha depositato un reclamo presso l’International Trade Commission (ITC).

Dopo aver definito infondate le accuse, Mahindra ha deciso di contraccambiare “il favore” presentando una denuncia contro FCA per violazione di contratto. La querela è stata depositata dalla casa automobilistica indiana presso la Corte distrettuale statunitense (che si trova nel Distretto orientale nel Michigan).

Mahindra denuncia Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: Mahindra denuncia il gruppo per la questione di violazione di copyright

Nella denuncia, Mahindra spiega che la griglia usata sul suo Roxor non viola alcun copyright in quanto si differenzia da quella adottata da Jeep sui suoi veicoli. Inoltre, nel 2009, Mahindra e Chrysler firmarono una partnership con tanto di contratto ufficiale che permetteva al marchio indiano di utilizzare questa particolare griglia sui veicoli commercializzati negli Stati Uniti.

Mahindra sostiene che, all’interno della contratto firmato nel 2009 da Mike Manley, era specificato che Jeep non avrebbe potuto presentare nessuna denuncia per violazione di copyright qualora il brand con sede a Mumbai avesse utilizzato la griglia sulle sue vetture (in questo caso sul Roxor).

Fiat Chrysler Automobiles, però, non si è trovata d’accordo con quanto affermato da Mahindra, dato che comunque la griglia a 7 feritoie è una delle caratteristiche iconiche che differenziano il brand americano. Perciò si è affidata alla International Trade Commission negli Stati Uniti per bloccare le vendite del Roxor lanciato a marzo 2018. A questo punto non ci resta che vedere come andrà avanti la cosa.