in

Ferrari 330 GT Vignale del 1965 andrà all’asta il prossimo mese

La particolare wagon del cavallino rampante sarà messa all’asta da RM Sotheby’s

Ferrari 330 GT Vignale 1965 asta

La Ferrari 330 GT Vignale del 1965 è una particolare vettura di Maranello trasformata dal noto carrozziere italiano Alfredo Vignale in una wagon per il noto importatore americano di Ferrari Luigi Chinetti. L’auto ha fatto il giro nel corso di quest’ultimi anni ma si fermerà al Petersen Automotive Museum dove RM Sotheby’s terrà un’asta l’8 dicembre.

Secondo Auto Classics, Chinetti ha collaborato al concept della one-off con il famoso illustratore di film di Hollywood Bob Peak prima di commissionare Alfredo Vignale. I due pensarono di pianificare il lancio di un business che avesse l’obiettivo di proporre delle vetture Ferrari su misura. Purtroppo, ciò non ha avuto successo.

Ferrari 330 GT Vignale: la one-off verrà proposta all’asta da RM Sotheby’s

La Ferrari 330 GT Vignale del 1965 è stato anche l’ultimo lavoro del carrozziere italiano prima della sua morte, avvenuta in un incidente stradale nel 1969. L’auto fu trasformata nel ’67 ed esposta al Salone di Torino l’anno successivo. La carrozzeria della vettura è stata riverniciata di argento dal verde metallico con tetto d’oro che aveva nel periodo in cui Jay Kay (alias Jamiroquai) ne era il proprietario.

Secondo quanto riferito, la Ferrari 330 GT Vignale è stata completamente restaurata e utilizzata come veicolo promozionale per il Salon Privé di Londra nel 2012. Sotto il cofano, il veicolo nasconde un motore V12 da 300 CV con 3 carburatori Weber e un cambio manuale a 5 marce.