in

Ferrari: inizia ufficialmente oggi l’avventura di Frederic Vasseur alla guida del team di F1

Oggi primo giorno a Maranello per il nuovo team principal della Ferrari in F1 Frederic Vasseur

Oggi 9 gennaio 2023, Frédéric Vasseur prenderà possesso del suo ufficio a Maranello. Un ufficio che Mattia Binotto avrà già svuotato dei suoi effetti personali. È vero, Vasseur ha già approfittato del periodo natalizio per avere i primi scambi di impressioni con gente della Ferrari e con i suoi due piloti, Charles Leclerc e Carlos Sainz. Ma comunque questo è il primo giorno ufficiale da nuovo numero uno del cavallino rampante.

Primo giorno ufficiale di Frederic Vasseur alla guida della Ferrari

Inizia dunque un nuovo ciclo in casa Ferrari in Formula 1. “Ha un curriculum eccellente. Ha ottenuto grandi risultati, anche se tutti nelle categorie inferiori. Capisce il business”, ha detto Cesare Fiorio. Un Fiorio che avrebbe tenuto in carica Binotto perché secondo lui con qualche ritocco la Ferrari aveva la base per essere la squadra vincente.

Vasseur è un ingegnere aeronautico e ha iniziato come ingegnere di pista con il team ASM, di cui è diventato numero uno e successivamente proprietario quando il fondatore Didier Panissie e lui hanno litigato. Il motivo: Vasseur voleva qualcosa di più del campionato francese F-3 e scambiare il motore Renault con quello della Mercedes. La decisione si è rivelata un successo perché ha dominato la F3 europea, categoria che ha dominato dal 2004 con Lewis Hamilton tra gli altri piloti. Nel 2005 ha fondato ART Gran Prix con Nico Todt, campione con Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

I rapporti con Lewis e Toto Wolff sono diventati molto forti. Il suo ingresso in F1 non gli ha fatto vendere la ART, anche se ha ceduto la gestione a uno dei suoi piloti e uomo di fiducia, Sebastien Philippe. Cyril Abiteboul lo ha chiamato a dirigere il team Renault F1. Il suo rapporto con i francesi è durato una sola stagione. Ha deciso di andarsene perché sentiva di non avere la libertà di impostare la direzione della squadra. Sei mesi dopo, è passato alla guida della Sauber, da dove adesso ha fatto il salto alla Ferrari.

La sua prima decisione alla Sauber ha attirato l’attenzione. Ha rotto l’accordo che il team svizzero aveva con la Honda e ha firmato con la Ferrari. Sergio Marchionne gli ha affidato il compito di riportare il logo Alfa Romeo in F1 e alla Ferrari la missione di far crescere Charles Leclerc. Non appena arriverà dovrà prendere le prime e rapide decisioni.

In particolare quella relativa al nuovo direttore tecnico. Sebbene sia un ingegnere, infatti non assumerà il doppio ruolo, non lo ha fatto per nessuno dei team di F1 dove è passato. E dovrà fare i conti con quello che era lo ‘zoccolo duro’ di Binotto: dovrà decidere se riconfermarli o cambiarli.

Vasseur Leclerc
Il nuovo Team Principal della Scuderia Ferrari con un giovane Charles Leclerc al debutto in Sauber Alfa Romeo

Alcuni credono che dovrà anche decidere sulla gerarchia dei piloti, ma questa potrebbe non essere la sua più grande preoccupazione. Del resto le prime gare saranno quelle che decideranno tutto. E tutto questo condito dal fatto che eredita anche un’auto creata da Binotto.

In Ferrari sono ansiosi di vedere se in pista si avvereranno i presagi delle ultime settimane: il motore sembra aver risolto i suoi problemi di affidabilità e la macchina, un’evoluzione della F1-75 che sembra aver limato i punti deboli e migliorato la competitività. Oggi dunque per il nuovo numero uno del cavallino rampante è la prima giornata di presentazioni dove potrà iniziare a verificare se ha davvero autonomia o se John Elkann e Benedetto Vigna vogliono supervisionare da vicino la squadra, come si vocifera.

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI