in

Ferrari: Sainz testa le Rain Pirelli 2023 a Fiorano

Oggi è toccato a Carlos Sainz  girare su un circuito allagato artificialmente mentre domani sarà il turno di Charles Leclerc

Ferrari

La Ferrari ha iniziato due giorni di test per conto di Pirelli sulla pista di Fiorano. Oggi è toccato allo spagnolo Carlos Sainz  girare mentre domani sarà Charles Leclerc a guidare su un circuito ‘allagato’ artificialmente, perché l’obiettivo è testare le gomme da bagnato in vista del 2023. Durante la guida su una pista bagnata, i piloti di Formula 1 quest’anno si sono lamentati del fatto che i pneumatici Pirelli si raffreddassero troppo rapidamente e spostassero troppo poca acqua.

Ferrari ha iniziato oggi due giorni di test a Fiorano per testare le gomme da bagnato di Pirelli per l 2023

L’obiettivo dunque è quello di avere mescole migliori il prossimo anno che siano più facili da usare in condizioni di bagnato. Il test viene effettuato con la Ferrari F1-75 utilizzata quest’anno, in modo da avere dati comparativi in ​​quanto alcuni piloti vorrebbero più grip e meno degrado quando la pista è in fase di asciugatura.

Questa non è l’unica volta in cui questi pneumatici verranno testati. Mercoledì, Charles Leclerc condurrà un test di gomme intermedie e full wet sullo stesso circuito. Inoltre, lo scorso fine settimana Robert Kubica ha effettuato un test simile con la monoposto Alfa Romeo F1 Team di quest’anno sul circuito francese del Paul Ricard.

Scuderia Ferrari
Ferrari: Oggi è toccato a Carlos Sainz girare su un circuito allagato artificialmente mentre domani sarà il turno di Charles Leclerc

Vedremo dunque che novità arriveranno e se finalmente i problemi registrati quest’anno saranno definitivamente risolti. A proposito della Ferrari, ricordiamo che si aspetta sempre di sapere chi sarà l’erede di Mattia Binotto come team principal della scuderia del cavallino rampante dopo le dimissioni di quest’ultimo avvenute negli scorsi giorni. Mattia Binotto comunque rimarrà in carica fino al 31 dicembre. Dunque conosceremo il nome del suo erede molto probabilmente solo agli inizi del prossimo anno.

Ti potrebbe interessare: Il motore Ferrari del 2023 sarà una “bomba” secondo quanto dichiarato dal team principal della Haas Steiner

Looks like you have blocked notifications!