in ,

Maserati: Mike Manley ha fiducia, il marchio risorgerà

Mike Manley nutre fiducia nel team che gestisce Maserati e che saprà superare il difficile momento

Maserati Levante GTS

Mike Manley, che il mese scorso ha sostituito Sergio Marchionne come amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, ha detto che la società ripristinerà la crescita delle vendite e la redditività del marchio Maserati dopo un deludente secondo trimestre. “Ho fiducia nel team che si occupa della casa del tridente e credo che saranno capaci di compensare il deficit che hanno avuto oggi in termini di vendite”, ha dichiarato Manley. Le vendite del famoso brand italiano nel secondo trimestre sono diminuite del 41 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017, principalmente a causa di un calo del 69 per cento delle consegne in Cina. Le consegne sono diminuite anche in altre aree. In Nord America in calo è stato del 22 per cento mentre nell’area EMEA la riduzione delle immatricolazioni è stata del 23 per cento.

Maserati: Mike Manley crede che i vertici del brand saranno capaci di superare il momento negativo che il marchio sta vivendo

La Cina è stata la ragione principale del declino di Maserati, come ha confermato il nuovo numero uno di FCA. A maggio, la Cina ha annunciato di voler tagliare le tariffe di importazione per le automobili e le parti di automobili prodotte all’estero al 15 per cento dal 25 per cento che si pagava in precedenza. “Molti concessionari di automobili hanno trattenuto i loro ordini di importazione e hanno deciso di non acquistare la propria auto fino al 1 ° luglio”, ha detto alla Reuters Wang Cun, direttore del comitato di importazione della China Automobile Dealers Association. Nel primo semestre, Maserati ha consegnato 17.200 vetture, in calo del 31 percento rispetto a 25.100 nella prima metà del 2017.

Maserati-Mike Manley aumento vendite

Questo calo nelle vendite ha praticamente cancellato i profitti di Maserati nel secondo trimestre. L’utile è sceso a 2 milioni di euro da 152 milioni di euro nello stesso periodo del 2017. Vedremo dunque se davvero i vertici della casa automobilistica italiana riusciranno ad uscire da questo momento assai negativo, così come pronosticato da Mike Manley.