in

Seat come Alfa Romeo: ecco l’improbabile strategia futura del gruppo Volkswagen

Le Cupra come le Quadrifoglio?

seat alfa romeo

In occasione della presentazione dei risultati finanziari del gruppo del secondo trimestre del 2018, l’amministratore delegato di Volkswagen Herbert Diess, probabilmente a causa del troppo caldo o delle troppe emissioni dei motori diesel dell’azienda, ha svelato quella che sarà la strategia futura del gruppo per il marchio Seat. 

Come riporta Quattroruote oggi, infatti, Diess ha citato più volte, nel corso della sua conferenza, il marchio Alfa Romeo paragonando il suo processo di crescita, iniziato alcuni anni fa, a quello che l’azienda tedesca ha intenzione di intraprendere con Seat, conosciuta in Europa come una buona sotto marca più economica del brand Volkswagen.

Esponendo quelli che saranno i piani futuri di Volkswagen per il marchio Seat, l’amministratore delegato Diess ha evidenziato quali saranno le prossime mosse del gruppo “Il sub brand Cupra ha mostrato il modo di ringiovanire i modelli, di renderli più sportivi, desiderabili ed emozionanti. Riposizioneremo la Seat verso l’alto, incrementando i prezzi e portandola allo stesso livello dell’Alfa Romeo per quanto riguarda la percezione del marchio”

Al netto di un velato ed improbabile paragone tra il brand Cupra ed il brand Quadrifoglio (a voi i commenti), la dirigenza del gruppo Volkswagen parrebbe intenzionata a trasformare il marchio Seat in una sorta di brand premium dal carattere sportivo. Il gruppo inizierà a creare una gamma di vetture a marchio Cupra, inizialmente sviluppate partendo dai modelli Seat già sul mercato e successivamente come prodotti sviluppati da zero.

Per iniziare con il piede giusto la sua avvenuta nel mercato delle sportive premium, la prima Cupra al 100% sarà un SUV dalle linee sportive (un primo render è stato mostrato in occasione della presentazione dei conti) che, ipotizziamo, dovrebbe rappresentare l’alternativa all’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

Giusto per chiarire meglio le sue idee, in occasione della tradizionale sessione di domande post conferenza, Diess ha dichiarato quanto segue “quando si guarda alla crescita della Seat, per attrattività, qualità, margini economici ed emozioni di ogni modello, siamo molto più grandi dell’Alfa Romeo”. 

Il gruppo Volkswagen punta ad incrementare, in modo considerevole, il raggio d’azione del brand Seat che ha raggiunto quota 250 mila unità vendute nel corso del primo semestre del 2018 in Europa, grazie ad una gamma di modelli che utilizza le stesse basi tecniche e meccaniche dei modelli Volkswagen.

Seat debutterà in Cina nel 2020 e continuerà ad espandere la sua gamma con nuovi modelli. Il processo di trasformazione in brand “premium sportivo” in stile Alfa Romeo dovrebbe iniziare con l’arrivo dei primi modelli “Cupra”. Resta da vedere quali saranno i reali margini di crescita del brand.

L’aver preso come modello d’ispirazione il marchio Alfa Romeo può essere considerato un riconoscimento importante per il brand italiano che ha avviato un radicale processo di rilancio che, a conti fatti, è solo all’inizio. Con appena due modelli di nuova generazione sul mercato, Alfa Romeo è già riuscita a condizionare le strategie di altri gruppi.

Sarà, quindi, molto interessante valutare quali saranno le contromisure di Volkswagen quando la gamma di modelli Alfa Romeo sarà completa come previsto dal nuovo piano industriale presentato da FCA lo scorso mese di giugno. Continuate a seguirci per tutte le novità sulla trasformazione di Seat in una nuova Alfa Romeo.

Fonte