in

Ferrari chiude un altro trimestre da record con +18,1% di utile netto

Il cavallino rampante chiude il trimestre aprile-giugno con risultati molto soddisfacenti

Ferrari secondo trimestre 2018 record

Ferrari ha chiuso il secondo trimestre registrando un aumento dei guadagni del 7% e con un utile netto di 160 milioni di euro (+18,1% rispetto allo stesso periodo del 2017), confermando le prospettive per il 2018 (consegne di oltre 9000 esemplari incluse le supercar, ricavi netti maggiori di 3,4 miliardi di euro, EBITDA adjusted maggiore o uguale a 1,1 miliardi, indebitamento industriale netto inferiore a 400 milioni di euro e 550.000 di euro come spese in conto capitale).

Nel trimestre aprile-giugno, l’EBITDA adjusted (l’utile netto rettificato prima di interessi, imposte e ammortamenti) è salito a 290 milioni di euro rispetto ai 270 milioni di euro ottenuti nello stesso periodo ma del 2017.

Ferrari secondo trimestre 2018 record

Ferrari: Maranello chiude il secondo trimestre del 2018 con 160 milioni di euro di utile netto

Ciò è stato reso possibile grazie alle vendite della Ferrari 812 Superfast, delle varie vetture appartenenti alla famiglia 488, della GTC4Lusso e della Portofino. In particolare, Maranello è riuscita a chiudere il secondo trimestre del 2018 con 2463 esemplari spediti, registrando un +5,6% (+131 unità).

I profitti sono saliti al 31,9% dal 29,4%, anche se le vendite sono state leggermente inferiori (906 milioni di euro) rispetto a quelle previste (921 milioni di euro). L’indebitamento industriale netto, invece, è salito a 472 milioni di euro al 30 giugno 2018 rispetto ai 413 milioni di euro ottenuti nel primo trimestre di quest’anno.

Il rilascio degli utili segna il primo set di risultati di Louis Camilleri, il nuovo amministratore delegato di Ferrari nominato il 21 luglio come successore di Sergio Marchionne che è morto a causa di una grave malattia. Inoltre, sappiamo che gli azionisti voteranno la nomina di Camilleri come direttore esecutivo a settembre.

Ferrari secondo trimestre 2018 record

Il Capital Markets Day si terrà il 17-18 settembre a Maranello

L’improvviso cambiamento della guardia ha sconvolto un po’ gli investitori che si aspettavano il top manager italo-canadese, che vi ricordiamo è riuscito quasi a triplicare il valore della Ferrari da quando lo ha reso pubblico nel 2015.

In un recente comunicato stampa, il cavallino rampante ha dichiarato che si impegnerà a perseguire i valori dati da Sergio Marchionne e “rispettare la sua visione con determinazione, ambizione e passione senza sosta, in linea con l’eredità lasciata da Enzo Ferrari“.

Maranello ha dichiarato, poi, che terrà il Capital Markets Day il 17-18 settembre presso la sua sede dove verrà presentato il nuovo piano industriale il quale dovrebbe consentire di raggiungere gli obiettivi finanziari di medio termine annunciati all’inizio di quest’anno. A febbraio, Ferrari ha dichiarato che raddoppierà i guadagni portandoli a 2 miliardi di euro entro il 2022 spingendo su veicoli ibridi, SUV, auto in edizioni speciali e sul programma di personalizzazione.


Written by Alessio Salome

Dopo il diploma in Ragioniere-Programmatore, inizia a muovere i primi passi nel mondo del blogging da Lucera, un piccolo paese in provincia di Foggia. Attualmente collabora con diversi siti Web e gestisce un blog personale. Nel tempo libero, invece, studia e approfondisce argomenti di suo interesse come tecnologia e motori e ascolta della buona musica.