in

Zhou ha ricevuto commenti razzisti dopo il suo arrivo in F1

Zhou si lamenta degli insulti razzisti ricevuti sui social quando si è saputo che aveva ottenuto un posto in Formula 1 con Alfa Romeo

Guanyu Zhou

Guanyu Zhou ha ammesso di essersi sentito ferito dalle critiche ricevute quando ha firmato con l’Alfa Romeo per debuttare in Formula 1. Il pilota era sconvolto dai messaggi che lo accusavano di aver raggiunto la classe regina per avere un sostegno finanziario per essere cinese invece che per il suo talento. Nove mesi dopo, è soddisfatto della prestazione mostrata in questa stagione.

Zhou: insulti razzisti ricevuti sui social quando si è saputo che aveva ottenuto un posto in Formula 1

Zhou è stato l’unico volto nuovo sulla griglia di partenza in questa stagione e ha fatto il salto in Formula 1 con l’ Alfa Romeo dopo un’ottima ultima stagione in Formula 2 dove è arrivato terzo. Tanto è bastato per ottenere la tanto attesa Super licenza e avvicinarsi al suo sogno. Tuttavia, quando ciò è avvenuto invece di congratulazioni, ha ricevuto critiche che lo accusavano di arrivarci per motivi finanziari.

“Oggi le persone usano molto Internet e i social media. Sono rimasto scioccato da tutte le persone che hanno fatto commenti razzisti su di me. La maggior parte di loro non guarda davvero la Formula 2, solo la Formula 1 e pensi che provenendo dalla Cina, c’è solo un modo per ottenere un posto. È stato qualcosa che mi ha ferito”, ha detto Zhou nel corso di una recente intervista.

“E’ un peccato. Quando hai un sogno e lo realizzi, ti aspetti che le persone si congratulino con te e non ti mandino brutti messaggi per scoraggiarti. Sono finito tra i primi tre in Formula 2 e ho ottenuto i punti per la Super Licenza, quindi non potevo fare altro che esibirmi in pista, penso di aver dimostrato di cosa sono capace e ora sono molto felice”, aggiunge.

Zhou vede i social media come un aspetto positivo per i fan, ma osserva che molti di loro parlano male di vari piloti senza una ragione apparente. Inoltre, ricorda che nel 2021 gli augurarono buona fortuna per fare il salto in Alpine l’anno successivo, ma quando ha firmato con l’Alfa Romeo la maggior parte dei messaggi che leggeva erano critici.

Zhou
Zhou

“I social vanno bene, permettono a ciascuno di mostrare la propria personalità, ma è un peccato che ci siano altri che parlano male di qualcuno senza motivo. Mi sono già abituato a quel genere di cose. L’anno scorso, quando ero in Formula 2, tutti volevano che facessi il salto in Alpine ed è molto strano come le cose cambino in sei mesi perché ho ottenuto un posto”, ha spiegato Zhou in chiusura.

Ti potrebbe interessare: Zhou non è ancora preoccupato di non aver firmato per Alfa Romeo nel 2023

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!