in

Mike Manley è il nuovo amministratore delegato di FCA

Finisce l’era Marchionne

mike manley fca

Il consiglio di amministrazione di FCA, riunito di urgenza a Torino questo pomeriggio, ha nominato Mike Manley come nuovo amministratore delegato di FCA. Manley sostituisce, in anticipo di un anno rispetto ai tempi previsti originariamente, Sergio Marchionne che, dopo un intervento chirurgico di fine giugno, è ancora ricoverato in ospedale. L’assenza di una data certa relativa ai tempi di recupero di Marchionne ha accelerato il cambio alla guida del gruppo. Marchionne lascia la guida del gruppo FCA dopo 14 anni e dopo aver annunciato il nuovo piano industriale dell’azienda per il prossimo quinquennio.

Il 54enne Mike Manley, nato a Edenbridge, nel Regno Unito, è entrato nel 2000 nel gruppo DaimlerChrysler ed è stato nominato presidente ed amministratore delegato del marchio Jeep nel 2009. Manley è stato, quindi, la guida del brand americano per tutto il suo incredibile processo di crescita di questi anni. Sotto la guida di Manley, il marchio Jeep è passato dall’essere un marchio di nicchia, soprattutto al di fuori del Nord America, ad una delle più importanti realtà del mondo delle quattro ruote grazie ad una gamma in costante espansione e con tanti veicoli di enorme successo.

La scelta di Manley come erede di Marchionne rientra, in pieno, nelle indicazioni fornite dallo stesso Marchionne in passato. L’oramai ex amministratore delegato di FCA, infatti, aveva più volte ribadito che il suo posto sarebbe stato preso da una persona all’interno del gruppo italo-americano. Già da mesi, il nome di Manley era considerato come il più probabile anche se le alternative non mancavano di certo.

Resta aperta ancora la questione relativa alla successione di Marchionne alla guida di Ferrari. I problemi di salute del manager porteranno anche ad un avvicendamento, questa volta non previsto, per quanto riguarda la casa di Maranello. Al momento, il favorito per la sostituzione di Marchionne sarebbe Louis Carey Camilleri, membro del board Ferrari. Ulteriori dettagli in tal senso dovrebbero emergere già nel corso delle prossime ore.

Lascia un commento