in

Ferrari SF90 Stradale: sfida la Tesla Model X Plaid [VIDEO]

La Ferrari SF90 Stradale sfida in una spettacolare drag race la Tesla Model X Plaid: chi delle due è la più veloce?

Ferrari SF90 Stradale Tesla Model X Plaid

Al momento la Ferrari SF90 Stradale rappresenta il modello più performante del Cavallino Rampante. Una vera e propria forza della natura, capace di sfiorare quota 1.000 cavalli (986 CV) grazie al complesso sistema supportato da ben tre propulsori elettrici. Ma come si comporterà se messa al cospetto della Tesla Model X Plaid? Scopriamolo nella drag race!

Ferrari SF90 Stradale: drag race con la Tesla Model X Plaid

Ferrari SF90 Stradale Tesla Model X Plaid

Il filmato pubblicato da DragTimes su YouTube è uno spettacolo imperdibile per i fan. In un angolo del “ring” figura la fantastica supercar ibrida plug-in rossa di Maranello provvista di una singola unità V8 biturbo da 4,0 litri da 769 cavalli e tre elettriche dalla potenza complessiva pari a 217 cavalli: due di queste sono collocate lungo l’asse anteriore, mentre la terza alloggia tra il “cuore” termico e la trasmissione. Come già indicato in apertura, il bolide arriva a un totale di 986 cavalli a 8.000 giri al minuto e 800 Nm di coppia motrice massima a 6.000 giri al minuto, per una velocità di picco di 340 km/h.

Ferrari SF90 Stradale Tesla Model X Plaid

All’altro lato del “ring” un’esponente americana, la Model X Plaid della Tesla. Per la vettura a zero emissioni, il Costruttore californiano di Elon Musk ha deciso di conferire un propulsore elettrico trimotore da 1.020 cavalli complessivi, a fronte, però, di un peso nettamente superiore. Nel dettaglio, sono ben 635 i chili in più rispetto alla antagonista di giornata. Il verdetto del confronto? Se preferite scoprirlo coi vostri occhi, senza spoilerare nulla, interrompete qui la lettura e procedete con la visione del filmato qui sotto. Altrimenti, troverete di seguito l’analisi completa.

Il primo testa a testa si risolve in favore della Ferrari SF90 Stradale, partita in maniera egregia al semaforo verde e giunta così a fine tracciato in 9.631 secondi contro i 9.817 della Tesla. Il secondo round racconta di una Model X migliore con il tempo di 9.893 secondi, contro i 9.615 della rivale. Ora, con la situazione in perfetto equilibrio, tutto è in discussione. C’è da disputare la bella e chi se la aggiudicherà? Le aspettative del pubblico trovano conferma alla terza manche con il trionfo della Ferrari, migliore di due decimi e mezzo sulla controparte.