in

Alfa Romeo Duetto: potrebbe essere così [RENDER]

Dei nuovi render non ufficiali provano a immaginare quale sarà l’aspetto dell’Alfa Romeo Duetto, scoperta a trazione 100 per cento elettrica.

Alfa Romeo logo

Nel corso degli anni il Biscione ha prodotto diverse versioni della Spider, dall’iconica Alfa Romeo Duetto roadster classica al più recente modello mandato in pensione nel 2011. Ora, la Casa automobilistica di Arese prevede di riportare la storica “firma” su una nuova vettura sportiva, che sarà completamente elettrica.

Alfa Romeo Duetto: un render che fa sognare

Alfa Romeo Duetto render

Almeno per il momento le parti coinvolte non hanno rilasciato immagini o bozzetti ufficiali per l’Alfa Romeo Duetto. Tuttavia, secondo il portale Automotive Daily la futura proposta avrà i caratteristici spunti stilistici di una decapottabile a due posti. L’autore dei rendering immagina un lungo cofano motore, un parabrezza fortemente inclinato e sbalzi del paraurti corti, nonostante non abbia un’unità a benzina all’anteriore. Probabilmente si apporteranno ulteriori dettagli in linea con la filosofia Alfa Romeo come fari sottili e cerchi delle ruote audaci.

Inoltre, le idee sono chiare pure rispetto all’abitacolo. Difatti, l’amministratore delegato dell’azienda, Jean-Philippe Imparato, ha escluso l’impiego della più piccola piattaforma per mezzi elettrici sviluppata dalla casa madre Stellantis. Ergo, è plausibile che la nuova Alfa Romeo Duetto ricorrerà ai pianali di medie dimensioni del conglomerato italo-francese, che nella loro forma più compatta sono in grado di supportare auto lunghe circa 4.3 m. In definitiva, le stesse dimensioni delle attuali sportive Porsche 718 Cayman e Toyota GR 86.

Alfa Romeo Duetto render

Questa piattaforma mid-size saprà supportare batterie di dimensioni comprese tra 87 kWh e 104 kWh e motori elettrici con potenze che variano da 125kW a 180kW. Dati i propositi preannunciati dal CEO si crede saranno adottati propulsori più performanti, con modelli forse ancora più potenti nei piani, a seconda dell’eventuale proposta della trazione integrale.

Mentre si prende in considerazione un’Alfa sportiva a zero emissioni, il rilascio non avverrà in tempi brevi, sicché la società sta dando priorità ai mezzi dai volumi maggiori. Salvo sorprese l’Alfa Romeo Duetto Spider non vedrà la luce prima del 2027, quando il marchio dirà addio alle soluzioni termiche. Intanto, si lancerà una serie di nuove auto, a partire dal suv Tonale; dopodiché la famiglia finirà per allargarsi con un successore a batteria della Giulia: un piccolo crossover EV più un grande suv posizionato sopra l’attuale Stelvio.