in

Tavares: carenza di batterie e scarsità di materie prime quasi certe

In sede di presentazione della nuova Gigafactory che sorgerà negli Stati Uniti Carlos Tavares ha ribadito e dettagliato le sue paure

Carlos Tavares
Carlos Tavares

Parlando con i media martedì dopo che l’azienda ha annunciato un nuovo impianto di batterie per veicoli elettrici da 2,5 miliardi di dollari in Indiana, il CEO di Stellantis Carlos Tavares ha ribadito quelli che sono i suoi timori per il futuro dell’industria automobilistica in questa fase di transizione verso le auto elettriche.

Tavares ribadisce i suoi timori per il futuro in occasione dell’annuncio della nuova Gigafactory

Carlos Tavares, ha affermato di aspettarsi una carenza di batterie e materie prime necessarie per produrre veicoli elettrici nei prossimi anni, poiché l’industria automobilistica globale si orienta verso i veicoli elettrici per soddisfare un previsto aumento della domanda dei consumatori e delle normative governative.

Tavares ha affermato di aspettarsi una carenza di batterie per veicoli elettrici entro il 2024-2025, seguita da una mancanza di materie prime per i veicoli, che rallenterà la disponibilità e l’adozione di veicoli elettrici entro il 2027-2028.

“La velocità con cui stiamo cercando di muoverci tutti insieme per la giusta ragione, per risolvere il problema del riscaldamento globale, è così alta che la catena di approvvigionamento e le capacità di produzione non hanno tempo per adattarsi”. Tavares ha sfruttato la prospettiva di una carenza per esortare i responsabili politici a livello globale a smettere di spostare in avanti in modo aggressivo gli obiettivi per i veicoli elettrici.

Le autorità di regolamentazione europee sono state tra le più aggressive nell’attuazione delle nuove normative sui veicoli elettrici, con quelle nel Regno Unito che hanno annunciato l’intenzione di vietare la vendita di veicoli con motori a combustione interna tradizionali entro il 2030, prima della precedente data obiettivo del 2040. L’amministrazione Biden lo scorso anno ha anche annunciato un obiettivo per gli Stati Uniti dove entro la fine del decennio la metà delle auto vendute dovranno essere elettriche al 100 per cento.

“Tutte le case automobilistiche ora, almeno le migliori, stanno andando verso l’elettrico a tutta velocità”, ha detto Tavares. “L’unica cosa che ci aiuta davvero in questo momento è la stabilità. Smettitela di giocare con le regole. Lasciate le regole come sono e lasciate che le persone lavorino correttamente”.

Carlos Tavares CEO Stellantis
In sede di presentazione della nuova Gigafactory che sorgerà negli Stati Uniti Carlos Tavares ha ribadito e dettagliato le sue paure

Tavares prevede innanzitutto un collo di bottiglia nella produzione di batterie, poiché nei prossimi anni molti impianti di batterie saranno aperti. Quindi si aspetta che quelle strutture creino una carenza di materie prime per i veicoli.

Tali carenze sono state al centro delle discussioni degli analisti di Wall Street durante la valutazione delle case automobilistiche e nella previsione della loro capacità di vendere veicoli elettrici. Questa non è la prima volta che Tavares avverte di una tale carenza, ma è la più dettagliata.

“Il punto è che quando vogliamo muoverci troppo velocemente e non ci sono abbastanza studi di fattibilità, potremmo imbatterci in questo genere di cose”, ha detto Tavares.

Ti potrebbe interessare: Tavares: una recessione potrebbe rallentare le auto elettriche