in

Alfa Romeo fa bene a Sauber: da quasi bancarotta alla top ten in F1

La cura del Biscione sembra aver fatto bene a Sauber che rispetto agli scorsi anni sembra rinata

Alfa Romeo Sauber

Il team Sauber sembra progredire rapidamente dopo l’arrivo di Alfa Romeo nella sua struttura. La scuderia elvetica che da quest’anno viene sponsorizzata dalla casa automobilistica del Biscione e dispone dei motori Ferrari 2018 è andata a punti in ben sei delle gare disputate quest’anno. La crisi economica e i problemi di gestione della squadra svizzera Sauber avevano portato quasi alla sua fine in diverse occasioni. Ma la salvezza è arrivata a fine del 2017, sotto forma di “Quadrifoglio”, con l’investimento milionario del brand milanese che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles. 

La sponsorizzazione di Alfa Romeo alla scuderia elvetica Sauber sembra aver sortito effetti miracolosi al team

Sergio Marchionne, CEO di FCA, gruppo a cui appartengono FIAT e Alfa Romeo , nel suo intento di riportare il marchio milanese al più alto livello di competizione, ha deciso che il Biscione sarebbe tornato in F1 come sponsor della scuderia Sauber. 

In questa prima stagione FCA ha investito una somma economica considerevole in questo progetto che nel giro di pochi anni dovrebbe rendere il team uno dei protagonisti del mondiale di Formula 1. Questa sinergia oltre ai motori Ferrari ha portato alla scuderia elvetica anche un direttore tecnico del calibro di Simone Resta, anche lui di provenienza Ferrari.

Alfa Romeo Sauber

I risultati non si sono stati fatti attendere. La squadra svizzera ha già triplicato i punti rispetto alla scorsa stagione ed è diventata una delle squadre con più possibilità di entrare nella top ten sia sabato che domenica. 

Charles Leclerc, uno dei suoi piloti, ha sfruttato al massimo la Sauber C37 in ogni gara e in Azerbaijan ha sorpreso  tutti con un magnifico sesto posto. Il buon inizio di stagione del giovane pilota monegasco ha attirato le attenzioni di molti. Non a caso si vocifera che Ferrari il prossimo anno possa scegliere proprio lui come sostituto di Kimi Raikkonen per affiancare Sebastian Vettel.