in

Fiat Chrysler: in Brasile la fabbrica del futuro è già realtà

Nel polo Automotive di Fiat Chrysler in Brasile la quarta rivoluzione industriale è già cominciata

In Brasile per Fiat Chrysler Automobiles la fabbrica del futuro è già realtà. Nel Polo Automotive di Fiat a Pernambuco il concetto di Industry 4.0 o Fourth Industrial Revolution mostra già tutta la sua forza. Tra i pilastri di questa rivoluzione vi sono la realtà aumentata, Internet of Things (IoT), il cloud computing e altre attrezzature intelligenti.

Rutson Aquino, coordinatore innovazione di ingegneria di produzione di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) in America Latina ha dichiarato in proposito: “Stiamo entrando e attraversando la Quarta rivoluzione industriale, che non è altro che la fabbrica connessa e intelligente. Essa cessa di essere semplicemente un impianto automatico dotato di sistemi robotici e diventa una fabbrica intelligente“.

Robot collaborativi, esoscheletri e simulazioni virtuali aiutano gli esseri umani nel polo  di Fiat Chrysler in Brasile

La connessione tra persone, macchine e sistemi è davvero uno dei punti centrali nel Polo Automotive di Fiat Chrysler in Brasile. Il robot collaborativo, per esempio, che è una sorta di “terzo braccio” per il dipendente, smentisce l’idea che la macchina un giorno farà assolutamente tutto al posto nostro. Come aiutante, garantisce la riduzione in media del 15 per cento delle operazioni manuali, aumentando contemporaneamente la sicurezza del personale.

Parlando della relazione della tecnologia con i corpi umani, l’esoscheletro (scheletro esterno) è un altro responsabile della traduzione nella realtà di alcuni dei principi di questo legame. Il polo Fiat  Automotive è stata la prima fabbrica in America Latina a distribuire l’attrezzatura. 

I 14 set, suddivisi in tre categorie (colonna lombare, spalle e arti inferiori) utilizzati nelle linee di produzione, riducono la tensione muscolare. Janelle Campos, Ergonomo Polo Automotive Fiat in proposito ha dichiarato: “L’esoscheletro ha la funzione di migliorare il comfort del lavoratore. Supporta il peso del corpo o gli oggetti, impedisce ai muscoli di generare acido lattico”.

Inoltre nel polo Automotive di Fiat in Brasile è presente la cosiddetta Virtual Reality Room, che utilizza il software IC.IDO. Come spiegato da Eric Baier, esperto in simulazione virtuale di FCA, con questa funzione è possibile convalidare tutti gli assiemi del veicolo in anticipo, senza la necessità di costruire un modellino fisico e iniziando a eseguire i test in anticipo. 

Il SIMCenter, risultato di una partnership con PUC Minas, si trova nel campus Coração Eucarístico a Belo Horizonte. Esso è il primo centro di simulazione della dinamica dei veicoli in America Latina. Questa struttura ha l’obiettivo di generare innovazioni e ricerca, concentrandosi sulla sicurezza di veicoli, persone e sistemi stradali.


Written by Ippolito Visconti

Ippolito per gli amici Lito, nasce a Monza la patria dei motori. Si laurea alla Bocconi in ingegneria meccanica. Appassionato di giornalismo in breve tempo scrive come Guest su noti portali Automotive Italiani ed esteri in lingua inglese. Lavora da aprile 2018 con Davinci Media dove segue accuratamente tutto il settore Automotive News. Appassionato di Motori ed in particolare di Formula 1.