in

Ferrari F50: domani sarà proposto all’asta un esemplare praticamente nuovo

Ha percorso appena 1318 km e ha avuto un solo proprietario

Ferrari F50 1996 asta Artcurial

Domani, venerdì 18 marzo alle 15:00, in occasione del Salone Rétromobile 2022 di Parigi, Artcurial proporrà all’asta una bellissima Ferrari F50 del 1996 che ha percorso appena 1318 km e ha avuto soltanto un proprietario.

Consegnata nuova il 24 giugno del 1996 da una concessionaria di Levallois-Perret (Francia) a un cliente di Monaco, questa F50 si presenta in condizioni impeccabili. Non c’è quasi traccia di usura e la sua carrozzeria brilla come nuova. Gli interni molto sportivi sono stati conservati ottimamente con sedili bicolore nero e rosso e tutti i vari comandi non mostrano quasi nessun segno di usura.

Ferrari F50 1996 asta Artcurial
Ferrari F50 interni

Ferrari F50: all’asta un esemplare del 1996 in occasione del Salone Rétromobile 2022

A parte il suo cruscotto inedito, la Ferrari F50 appartiene all’era pre-elettronica e ciò si può vederlo nel volante tradizionale e nella leva del cambio a cancello in metallo. Questo esemplare viene proposta con il suo flight case originale contenente le parti per il tettuccio rigido asportabile e la capote in tessuto.

Inoltre, Artcurial afferma che dispone della cassetta di attrezzi originale sotto il cofano, assieme al compressore anch’esso originale. Tutti i vari documenti ufficiali della supercar classica sono riposti in un bellissimo portafoglio in pelle beige.

Ferrari F50 1996 asta Artcurial

Presentata in occasione del Salone di Ginevra del 1995, la F50 prende il nome dal 50º anniversario del cavallino rampante ed è stata progettata per essere una vera monoposto di Formula 1 per la strada. Viene fornita, quindi, senza compromessi o aiuti alla guida.

Dispone di una struttura in fibra di carbonio molto rigida con sospensioni molto simili a quelle di una monoposto di Formula 1 mentre il suo motore deriva direttamente dalla massima competizione automobilistica.

Ferrari F50 1996 asta Artcurial

A differenza delle 288 GTO ed F40 che utilizzavano entrambe dei motori V8 con turbocompressori, la Ferrari F50 ha segnato una sorta di ritorno alle origini per Maranello in quanto adotta un V12 aspirato da 4.7 litri capace di sviluppare 520 CV di potenza a 8500 g/min e 471 Nm di coppia massima a 6500 g/min.

Il powertrain si distingueva per essere un elemento strutturale portante, proprio come sulle monoposto F1, e impiegava tecnologie all’avanguardia come le cinque valvole per cilindro e la lubrificazione a carter secco.

Ferrari F50 1996 asta Artcurial

L’aspetto estetico della F50 è stato curato da Pininfarina che ha prediletto l’aerodinamica all’estetica e si caratterizzava per uno spettacolare spoiler posteriore che scorreva verso l’alto dai parafanghi posteriori.

Abbinato alla trazione posteriore e a un cambio manuale a 6 marce, il V12 permetteva alla supercar di impiegare 3,87 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e raggiungeva una velocità massima pari a 325 km/h.

Infine, la Ferrari F50 attesa all’asta, con telaio n°105265 e una delle sole 349 unità prodotte, dovrebbe essere venduta da Artcurial a una cifra compresa fra 2,7 e 3,5 milioni di euro.