in

Vasseur ha offerto l’aiuto di Stellantis a Raikkonen

Kimi Raikkonen avrebbe rifiutato l’aiuto di Stellantis per trovare un nuovo sedile in uno dei team che il gruppo ha nel mondo del motorsport

Kimi Raikkonen

Il Team Principal dell’Alfa Romeo F1, Frederic Vasseur, ha confermato di aver offerto a Kimi Raikkonen il suo aiuto per trovare un altro volante dopo l’addio alla Formula 1. Grazie ai legami con il gruppo Stellantis, di cui fa parte anche il title sponsor del team Alfa Romeo F1, Vasseur avrebbe potuto aiutare il finlandese a trovare un nuovo sedile in un altro campionato.

Vasseur ha offerto a Raikkonen l’auto di Stellantis per guidare ancora ma il finlandese ha detto no

Il quarto gruppo automobilistico più grande del mondo ha una squadra in Formula E con DS Automobiles e quest’anno tornerà al WEC con Peugeot. Ma il francese ha detto che il suo ex pilota ha deciso di respirare un po’.

“Gli ho detto che avrei potuto aiutarlo se avesse voluto fare qualcos’altro, che anche il gruppo Stellantis sarebbe stato molto felice di sostenerlo e trovare altri progetti”, spiega Vasseur.

A quanto pare Raikkonen è stato però chiaro nel dire che per il momento voleva fermarsi un po’.  Ma del resto dopo tutte le stagioni in F1 sembra anche umano che il pilota abbia deciso di riposarsi.

Raikkonen ha detto che potrebbe non mettere mai più piede in un paddock di F1. Vasseur non sa se le cose andranno così per davvero ma crede che “Iceman” abbia il diritto di allontanarsi dal mondo delle cose per un po’.

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen: il pilota finlandese avrebbe rifiutato l’aiuto di Stellantis per trovare un nuovo sedile in uno dei team che il gruppo ha nel mondo del motorsport

Vedremo dunque in futuro cosa vorrà fare l’esperto pilota finlandese. Capiremo se il suo è stato un addio definitivo al mondo delle corse o se vi sarà per lui ancora la possibilità di scendere in pista in qualche altro campionato automobilistico.

Ti potrebbe interessare: Ferrari F12tdf: in vendita l’esemplare unico di Kimi Raikkonen al prezzo di 2,4 milioni