in

Sainz su Leclerc: “Ha uno stile di guida follemente veloce”

In un primo momento Carlos Sainz non credeva alla “folle velocità” di Charles Leclerc e ne è rimasto un po’ scioccato.

Carlos Sainz è entrato in Ferrari quest’anno, in sostituzione di Sebastian Vettel. E con ottimi risultati, superiori alle aspettative: lo spagnolo ha chiuso persino meglio in classifica del compagno di paddock Charles Leclerc. Il sorpasso è avvenuto proprio nel corso dell’ultimo Gran Premio, sul circuito di Yas Marina, ad Abu Dhabi: un quinto posto, con 5.5 punti davanti a Leclerc, e quattro podi durante il campionato appena archiviato. Il monegasco ha chiuso tra i top 3 in appena un’occasione, ma ha dalla propria due pole position. Gli alfieri di Maranello sentono di aver imparato parecchio l’uno dall’altro nella prima stagione vissuta insieme, sebbene Sainz abbia rivelato di aver trovato difficile credere in principio al rendimento in pista di Leclerc.

Sainz: un sacco di cose da apprendere

Carlos Sainz

Dall’istante in cui ha intrapreso le sessioni di prova invernali in Bahrain ha avuto un sacco di cose da apprendere dal compagno di team. Il modo in cui stava pilotando la Ferrari, un modo particolare per essere tanto veloce, veloce come lo è stato per l’intero anno, ha indotto Sainz ad adattarsi, ad analizzare i dati. Talvolta gli pareva complicato credere che Leclerc fosse in grado di spingersi tanto in là. Era così follemente veloce da essere un po’ scioccante.

Ma step by step, prendendo i dovuti accorgimenti e provando a prendere esempio da lui, è riuscito a raggiungere un buon livello. Ci sono ancora cose che vedrà quando andranno nella pausa invernale, tuttora pensa che Leclerc sia decisamente migliore di lui sotto certe aree. Si scambieranno diverse informazioni e proveranno a diventare entrambi driver migliori, capaci di ispirarsi a vicenda.

Il rispetto non viene meno

Sainz e Leclerc

Sia dentro sia fuori dalla pista, Leclerc e Sainz hanno coltivato un ottimo rapporto. E proprio la sintonia venutasi a creare ha permesso di compiere dei passi in avanti, mentre la Ferrari offriva performance altalenanti. Ciò non vuol dire che non si siano dati battaglia, anzi. In Arabia Saudita hanno ingaggiato un acceso duello e in alcuni giri di Abu Dhabi entrambi hanno dimostrato un forte spirito competitivo.

Per Sainz la rivalità interna tra lui e Charles Leclerc spingerà ambedue le parti ad alzare l’asticella in vista del prossimo campionato, e la stessa Ferrari ne trarrà beneficio. Il senso di competizione è grande: ha un eccezionale partner, oltre a un ragazzo molto alla mano. Dalle parole proferite trapela, insomma, il rispetto, anche se non sono mancate incomprensioni. Del resto, quelli sono i “rischi del mestiere”…

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento