in

Opel in vantaggio nella crisi dei semiconduttori

Secondo il numero uno di Opel fare parte di Stellantis è un grosso vantaggio per quanto concerne la crisi dei semiconduttori

Opel

Arrivano belle notizie da Opel. Nelle scorse ore infatti il numero uno della casa automobilistica tedesca, l’amministratore delegato Uwe Hochgeschurtz ha dichiarato che la sua azienda si trova in una posizione di vantaggio rispetto ai suoi concorrenti per quanto concerne la crisi dei semiconduttori.

Opel: Fare parte di Stellantis ci avvantaggia nella crisi dei semiconduttori

Secondo l’importante dirigente l’azienda del fulmine, in quanto parte di un gruppo grande e organizzato come Stellantis potrebbe avere maggiori opportunità di uscire da questa crisi più velocemente di molte altre case automobilistiche e questo ovviamente potrebbe rappresentare in futuro un groso vantaggio per la sua azienda.

Il nuovo CEO di Opel ha detto queste cose nel corso di un’intervista rilasciata nelle scorse ore a “Welt am Sonntag”. Uwe Hochgeschurtz assicura che fare parte di Stellantis avvantaggia il marchio tedesco negli acquisti internazionali e quindi anche nell’acquisto di semiconduttori. Ovviamente il boss della casa tedesca non dice che il problema sarà risolto tanto facilmente ma che questi componenti, che Stellantis compra con maggiori facilità di altri, saranno poi distribuiti equamente tra i 14 marchi.

Il problema non sarà certamente risolto nel prossimo futuro precisa il CEO di Opel ma comunque sicuramente Stellantis potrà tornare a sorridere prima di quanto si possa pensare. Al momento ovviamente essendo limitata la quantità di microchip disponibili l’amministratore delegato dice che si darà la priorità alle auto elettriche.

Opel Russelsheim
Opel: l’amministratore delegato Uwe Hochgeschurtz ha spiegato i vantaggi di fare parte di Stellantis nella crisi dei semiconduttori

Il fatto che comunque è stato annunciato che da inizio gennaio si tornerà a lavorare presso lo stabilimento Opel di Eisenach, secondo Uwe Hochgeschurtz è la prova che comunque la situazione è sotto controllo in casa Stellantis.

Infine il boss della casa automobilistica tedesca ha ribadito quanto detto nei giorni scorsi da Stellantis e cioè che non ci sarà alcuna smobilitazione in Germania e che gli stabilimenti di Russelsheim e Eisenach continueranno ad essere legati al marchio Opel. Insomma tante rassicurazioni da parte dell’importante dirigente sul futuro della sua azienda.

Ti potrebbe interessare: Opel: lo stabilimento di Rüsselsheim è da sempre all’avanguardia

Looks like you have blocked notifications!