in

Alfa Romeo e Fiat: è davvero finita per i motori a combustione?

Alfa Romeo e Fiat diventeranno per davvero totalmente elettriche nei prossimi anni? La domanda che tormenta molte persone

Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo e Fiat sono due delle case automobilistiche di Stellantis che nei prossimi anni andranno incontro alle maggiori novità. Infatti la gamma dei due marchi di auto italiani dovrebbero essere completamente stravolti rispetto alla situazione attuale. Questo almeno secondo quanto trapelato fino ad ora dalle dichiarazioni sibilline dei dirigenti dei due marchi e anche secondo quanto emerge dalle indiscrezioni dei soliti “bene informati”.

Alfa Romeo e Fiat diventeranno veramente elettriche nel 2027 e nel 2030?

Ma ciò che maggiormente suscita dibattiti tra tutti coloro che hanno a cuore gli interessi di Alfa Romeo e Fiat è la questione legata al passaggio dei due brand alla mobilità completamente elettrica. Infatti sia il Biscione che il marchio di Torino hanno detto attraverso i loro portavoce che hanno intenzione di diventare completamente elettrici in un futuro piuttosto vicino.

La prima a rivelare le proprie intenzioni è stata Fiat che ha parlato di 2030 come termine ultimo in cui tutte le auto che faranno parte della sua gamma saranno completamente elettriche. Alfa Romeo ha addirittura alzato la posta parlando di 2027 ma specificando che probabilmente ciò avverrà in un primo momento solo e soltanto in quei mercati in cui i tempi sembrano essere già maturi per questo epocale passaggio. Tradotto in parole povere il riferimento va chiaramente al Nord e forse centro Europa.

Fiat e Alfa Romeo
Alfa Romeo e Fiat diventeranno per davvero totalmente elettriche nei prossimi anni? La domanda che tormenta molte persone

Non tutti sono contenti che Alfa Romeo e Fiat così come altre importanti case automobilistiche inizino a fissare delle date per dare l’addio ai motori a combustione, ma purtroppo si tratta di un qualcosa che a meno che non ci siano cambiamenti radicali nella politica, che al momento sembrano piuttosto improbabili, non si può fermare.

Ovviamente non possiamo escludere che i tempi si possano leggermente dilatare rispetto alle date annunciate in precedenza e che nel frattempo qualche soluzione per salvare in parte i motori a combustione venga trovata. Ad esempio non escludiamo che questo processo qui in Italia sia leggermente più lento rispetto ad altri paesi europei.

Ma ovviamente il percorso sembra ormai segnato, quello che adesso ci fa paura e ci sembra un’eccezione in futuro diventerà la regola. Stellantis con i suoi marchi ed in primis Alfa Romeo e Fiat si sta solo adeguando.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo e Fiat in calo ad agosto in Giappone, vendite in crescita per Abarth, Maserati e Ferrari

Looks like you have blocked notifications!