in

Sequestro auto, nuove regole: cosa sapere

Ecco il nuovo Codice della Strada, che cambia anche il sequestro auto. Sta tutto nella legge 9 novembre 2021 numero 156 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 267, in vigore dal 10 novembre: ha convertito il decreto Infrastrutture.

Le nuove disposizioni prevedono nuovi adempimenti procedurali da parte dell’autorità amministrativa. E da parte dell’organo di Polizia stradale che ha proceduto al sequestro del veicolo.

Nel caso di veicoli sequestrati in assenza dell’autore della violazione, per i quali non sia stato possibile rintracciare contestualmente il proprietario, il verbale di contestazione, assieme a quello di sequestro, è notificato senza ritardo dall’organo di Polizia che ha eseguito il sequestro.

La Polizia provvede a dare comunicazione del deposito del veicolo mediante pubblicazione di apposito avviso nell’albo pretorio del Comune. Quale? Quello dove è avvenuto l’accertamento della violazione.

sequestro auto 2

Sequestro auto: possibile problema

Problema: se non sia stato possibile eseguire la notifica, questa si ha per eseguita nel 30° giorno successivo a quello di pubblicazione della comunicazione di deposito del veicolo nell’albo pretorio del Comune. Insomma, in un modo o nell’altro, prima o poi, la notifica scatta. Se hai il plico nelle mani o se solo viene pubblicato, comunque scatta. Occhio a questa normativa chiave, che tutela la pubblica amministrazione. Un passaggio chiave del Codice della Strada.

Il provvedimento con il quale è disposto il sequestro del veicolo è comunicato dall’organo di Polizia procedente ai competenti uffici del Dipartimento per la mobilità sostenibile.

In caso di dissequestro, il medesimo organo di polizia provvede alla comunicazione per la cancellazione dell’annotazione nell’Archivio nazionale dei veicoli e al PRA: Pubblico Registro Automobilistico. Gestito dall’ACI, Automobile Club d’Italia.

La circolazione abusiva del veicolo sottoposto a sequestro è punita dall’articolo 213 comma 4: sono 1.814 euro. Più la sospensione della patente da uno a 3 mesi. Chi può commettere questa violazione? Il proprietario del veicolo sequestrato. O il custode che, in violazione dei doveri assunti, fa uso della cosa sequestrata. E c’è un terzo soggetto: chiunque altro circola con quel veicolo in qualsiasi modo ottenuto.

Looks like you have blocked notifications!

Lascia un commento