in

Stellantis: in Francia sindacati preoccupati dalle ultime novità

In Francia i sindacati sono preoccupati dalla mancanza di formazione per i lavoratori di Stellantis per la produzione di auto elettriche

Stellantis ha annunciato nel suo piano “Sochaux 2022” di voler lanciare un terzo sistema dedicato all’elettrificazione di nuovi veicoli. Il sindacato Force Ouvrière Métaux è preoccupato per la mancanza di visibilità a lungo termine sulle nuove professioni che devono accompagnare l’elettrificazione.

Stellantis: preoccupazione dei sindacati francesi

A fine ottobre è stato annunciato che “Stellantis stava elettrizzando le sue fabbriche francesi” per anticipare gli effetti della transizione energetica interessando nuove attività nel sito. Il gruppo aveva anche annunciato all’inizio dell’estate di voler investire 30 miliardi di euro nell’elettrificazione dei veicoli, entro il 2025. A Sochaux, Stellantis si lancia nella produzione della piattaforma “Medium” in una nuova officina di assemblaggio per equipaggiare il SUV Peugeot 3008.

“Queste trasformazioni sono guidate dalla co-costruzione con i sindacati del gruppo e saranno oggetto di ambiziosi piani di formazione”, ha annunciato il gruppo. Ed è questa settimana che si svolgono le ultime trattative, afferma Eric Peultier, rappresentante sindacale di FO Metaux. Se con i sindacati sono state assicurate discussioni su orari, fissazione dell’ergo-rotazione e retribuzione, cosa che preoccupa FO, è questione di formazione.

È stata Deborah Schorr, segretaria sindacale e rappresentante del sito di Mulhouse a sottolinearlo durante la riunione sindacale. “Uno dei problemi che incontriamo legati all’elettrificazione è la questione della tecnica in queste nuove professioni. “La questione delle nuove professioni torna sempre in primo piano. Senza mai sapere veramente di cosa stiamo parlando.

Stellantis Marchi e Notizia

Giudizio condiviso da Frédéric Homez, segretario generale di FO. “Ho partecipato a due incontri con il Presidente della Repubblica sulle auto elettriche. Avevamo superato le nostre richieste sui vincoli legati alla fine dei motori termici. ” E continua: ” Fare le auto elettriche è buono. Ma hai bisogno dell’infrastruttura e della formazione che ne consegue. Bisogna fare ricerca su queste famose nuove professioni”. Per non essere colti alla sprovvista quando le fabbriche passeranno alla piena elettrificazione.

L’apprendimento è la chiave per i sindacati. I giovani devono poter essere formati direttamente nelle fabbriche. “Dobbiamo assumerci una responsabilità nei confronti delle nuove generazioni. Gruppi come Stellantis devono essere portatori di apprendimento di nuove professioni”, analizza Déborah Schorr.

Ti potrebbe interessare: Stellantis taglierà 400 nuovi posti di lavoro: ecco dove

Looks like you have blocked notifications!